lunedì 30 dicembre 2013

Mousse al gorgonzola e... Auguri!!!

Ciao a tutti!!! Mi sono presa qualche giorno di pausa dal blog, ho voluto vivere e godere questi giorni di festa insieme alla mia famiglia. Spero che anche voi come me abbiate passato un fantastico Natale!!! Ci stiamo avvicinando alla fine di questo 2013 che come ogni anno ha portato tante cose spiacevoli, purtroppo, ma anche tante cose belle. Mi auguro che il 2014 sia un anno di ripresa, un anno che porti serenità e stabilità al nostro paese, lavoro a chi ne ha bisogno e soprattutto tanta salute a tutti.
La mousse al gorgonzola che vi propongo oggi, è la mia ultima ricetta dell'anno, è perfetta come antipasto accompagnata da deliziose sfogliette o da fettine di pane tostato. Ve la consiglio caldamente, è velocissima da preparare, golosa e in tavola farà una gran figurone!!!


INGREDIENTI:
250 g di mascarpone
250 g di gorgonzola
qualche noce
1 rotolo di pasta sfoglia

Amalgamare molto bene il mascarpone e il gorgonzola con un mixer sino a creare una crema omogenea, mettere in frigo a compattare.
Con un tagliapasta della forma che desiderate, ricavare dalla pasta sfoglia delle sfogliette, pennellarle con un tuorlo d'uovo sbattuto e spolverarle con del sale. Cuocere in forno a 180° per circa 10 minuti. Sfornare e fare raffreddare su una gratella. Riprendere la mousse e metterla in ciotoline singole, potete usare anche una sac à poche, guarnire con delle mezze noci, le sfogliette e servire.


Le dosi sono indicative, potete aumentare o diminuire il gorgonzola a seconda dei vostri gusti, volendo nella mousse, si possono anche aggiungere delle noci tritate!!!


APERITIVO AL MELOGRANO:
Moscato d'Asti q.b.
succo di melograno q.b.

Versare nelle quantità desiderate il moscato e il succo di melograno in una brocca e mescolare molto bene. Servire in calici!!!


Bene, ora alzo il calice e virtualmente brindo insieme a voi che mi seguite sempre con tanto affetto, brindo a coloro che approdano per la prima volta nelle mio blog... grazie di cuore a tutti e BUON ANNO!!!
Auguro a tutti voi un meraviglioso 2014, che sia un anno sereno, gioioso e ricco di tutte le cose che desiderate!!!
Alla prossima...Ely...  

lunedì 23 dicembre 2013

Panettoncini integrali ai frutti rossi

Ed eccoci finalmente arrivati ad un passo dal Natale, ancora qualcosa da rifinire, ma tutto è pronto. Pronta per vivere questi giorni tanto attesi, giorni da vivere in serenità godendo della compagnia delle persone care.
Vi saluto per qualche giorno augurandovi un Natale pieno di gioia e serenità, che sia per tutti una giornata splendida.
Ci ritroviamo sicuramente dopo il 26 per gli auguri al nuovo anno, intanto vi lascio la ricetta di questi deliziosi panettoncini integrali ai frutti rossi essiccati. Sono buonissimi, semplici e facili da preparare e faranno la felicità di grandi e bambini!!!
INGREDIENTI 1° IMPASTO
130 g di farina manitoba
70 g di latte
1 pizzico di zucchero
18 g di lievito di birra
INGREDIENTI 2° IMPASTO
90 g di burro a pomata
60 g di zucchero
60 g di tuorli
200 g di farina manitoba
200 g di farina integrale
150 g di latte
semi di una bacca di vaniglia
1 pizzico di sale
frutti rossi essiccati q.b.
PER LA GLASSA
1 albume
amaretti 
mandorle
zucchero in granella

Sciogliete il lievito nel latte, aggiungete 1 pizzico di zucchero, la farina e impastate. Coprite il panetto con pellicola e lasciatelo lievitare per 1 ora.
Su questo impasto versate il latte del secondo impasto e impastate con le mani. Unite i tuorli, lo zucchero, le farine e il sale. Trasferite il composto nel bicchiere dell'impastatrice col gancio o applicate allo sbattitore le fruste a gancio, poi rendete omogeneo l'impasto. Incorporate il burro miscelato ai semi di vaniglia, poco alla volta, facendolo assorbire completamente. Lavorate ancora per qualche minuto dopo che il burro è stato assorbito, aggiungendo i frutti rossi nella quantità che preferite. Formate una palla e ponetela in una ciotola imburrata, copritela con pellicola, praticate qualche forellino nella pellicola e lasciate lievitare per 60 minuti circa. Intanto preparate la glassa: in un frullatore mettete l'albume e gli amaretti, in quantità tale da creare una crema spalmabile.
Dividete l'impasto in porzioni di circa 80 g e formate delle palline ripiegando la pasta alla base. Trasferite negli stampini e lasciate riposare per circa 30 minuti. Spalmate la superficie dei panettoncini con la glassa, ricoprite con le mandorle e la granella di zucchero
Infornate a 175° per circa 25 minuti con forno statico. Lasciate raffreddare su una gratella.
I frutti rossi essiccati, si possono sostituire con gocce di cioccolato, frutta candita o dei fichi secchi. Potete anche omettere la glassa all'amaretto, pennellate la superficie dei panettoncini con del tuorlo e infornate.
Ancora tanti AUGURI, a presto...Ely...   

mercoledì 18 dicembre 2013

Terrina di pesce

Esattamente una settimana da oggi è Natale!!! Siete pronti? Avete pensato agli addobbi, ai regali e al menù delle feste? Per quanto mi riguarda... addobbi fatti, regali pronti e menù ormai quasi del tutto definito, manca solo la spesa dei prodotti freschi!!! 
Per tradizione, in famiglia festeggiamo la sera della vigilia con una cena di magro, solitamente tutto a base di pesce. Se come me, volete festeggiare alla grande la vigilia, vi suggerisco questa terrina di pesce. Pratica perché è possibile prepararla in anticipo, bella da portare in tavola e particolarmente gustosa. Quindi siete ancora in tempo per organizzare la ricetta, sono certa che se la porterete sulla vostra tavola, farete un figurone!!!


INGREDIENTI:
200 g di filetto di merluzzo
350 g di filetto di salmone
160 g di salmone a fette sottili
100 g di biete
2 albumi
1,5 dl di panna fresca
sale e pepe rosa

Frullate il merluzzo a tocchetti nel mixer con un albume, metà della panna, un pizzico di sale e qualche grano di pepe fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Frullate allo stesso modo 200 g di salmone. Scottate le biete in acqua bollente salata per pochi istanti, poi scolatele e stendetele su un telo ad asciugare. Tagliate il resto del salmone a bastoncini regolari e avvolgeteli a uno a uno con una o due foglie di bieta. 
Foderate uno stampo con carta da forno ben imburrata e rivestitelo con le fettine di salmone e poi con le biete rimaste. Disponete il mix di merluzzo sul fondo dello stampo, sistematevi sopra i bastoncini di salmone, riempite con il composto di salmone e livellate. Piegate le biete e le fettine di salmone sul composto e cuocete a bagnomaria in forno a 160° per 40 minuti. Sformate la terrina sul piatto di portata e guarnite con granelli di pepe. 
Potete usare uno stampo da plumcake di alluminio. Avvolgete bene i bastoncini di salmone nelle foglie di bieta e allineateli sulla farcia, facendoli affondare un po'.


Buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 16 dicembre 2013

Ciambella glassata al cioccolato

Iniziamo la settimana con una ciambella sofficissima. Dopo la ricetta un po' "complicata" del PanDorato, oggi una ricetta molto semplice, che ha l'unico vezzo di avere una golosa glassa al cioccolato bianco e nero!!! Buona a colazione, ma vi assicuro che gustata a metà pomeriggio con una profumata tazza di tè è una meraviglia!!!
Oggi passo subito alla ricetta, scusate ma sono un po' di fretta, il tempo di pubblicare il post e devo uscire di corsa!!! A mercoledì!!!


INGREDIENTI:
200 g di farina 00
50 g di farina di mandorle
250 g di panna fresca
3 uova
1 bustina di lievito
250 g di zucchero
cioccolato fondente
cioccolato al latte
gocce di cioccolato

Separare i tuorli dagli albumi. In una terrina mettere i tuorli e 200 g di zucchero e montarli molto bene. Montare a neve gli albumi con i restanti 50 g di zucchero. Unire alla battuta di tuorli le farine setacciate con il lievito alternando con la panna fresca. Una volta incorporato le farine, aggiungere gli albumi a neve mescolando dal basso verso l'alto. Unire le gocce di cioccolato. Versare l'impasto in uno stampo a ciambella e cuocere in forno a 180° per 45-50 minuti. Sfornare e fare raffreddare su una gratella. Sciogliere i cioccolati a bagnomaria e versarli alternandoli sulla ciambella.

 Buon inizio settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 13 dicembre 2013

PanDorato

Oggi, 13 dicembre, in molte località si festeggia S.Lucia, molti bambini ricevono i regali che la santa porta a loro sul carretto trainato dall'asinello. Sapete tutti che S.Lucia è cieca, quindi è usanza appendere alle finestre e ai balconi mazzetti di fieno, l'asinello ne sente l'odore e si ferma consentendo alla santa di lasciare i doni ai bambini!!!
Per festeggiare questo giorno speciale, ho pensato ad un dolce che alla prima occhiata può sembrare un panettone, diciamo che gli assomiglia molto nell'estetica e devo dire molto anche nel sapore. Nella ricetta viene chiamato Casatiello dolce, ma vista la incredibile somiglianza con il più famoso dolce, e dato che ho modificato la glassa, preferendone una all'amaretto e mandorle, ho pensato di cambiargli nome in... PanDorato!!! Comunque, che sia panettone, casatiello o pandorato, poco importa, quello che conta è che è straordinariamente buono. Se come me non avete il lievito madre, e volete fortissimamente portare in tavola un ottimo dolce natalizio fatto con le vostre mani, vi consiglio di preparare questa ricetta, stupirete tutti!!!



INGREDIENTI:
(da Più Dolci)
350 g di farina manitoba
100 g di zucchero
100 g di uvetta ammollata
100 g di scorza candita di arancia a pezzettini
120 g di burro a pomata
3 tuorli
25 g di lievito di birra
100 g di acqua
50 g di latte circa
scorza grattugiata di un limone
1 bicchierino di liquore (io amaretto)
1 cucchiaino di sale
PER LA GLASSA:
2 albumi
zucchero q.b.
amaretti q.b.
mandorle q.b.
zucchero in granella q.b.  

Miscelate l'acqua e il latte e scioglietevi il lievito di birra.
Nella planetaria inserire la farina setacciata, lo zucchero e il sale, poi versate il latte con il lievito e impastate molto bene.
Unite i tuorli, assorbiteli e inglobate il burro un po' per volta, procedete ad impastare per almeno 10 minuti.
Aggiungete gli aromi ( la scorza del limone grattugiato e il liquore)e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto lucido, setoso e morbido.
Unite velocemente i canditi e l'uvetta, lavorate ancora un po' per distribuirli uniformemente, quindi versate l'impasto nello stampo.
L'impasto arriverà a 1/3 dell'altezza dello stampo e , alla fine della lievitazione (circa 4 ore), deve raggiungere il bordo.
Preparate la glassa: in una terrina mettere gli albumi, unire lo zucchero e gli amaretti, dovete ottenere una crema dalla consistenza spalmabile.
Una volta che il dolce ha raggiunto la giusta lievitazione, spalmare la superficie con la glassa, completare con mandorle e zucchero in granella.
Infornate il dolce a 175° per 45-50 minuti. Dopo i primi 15 minuti di cottura, copritelo con un foglio di carta alluminio.
Estraete il dolce dal forno e fatelo raffreddare su una gratella.

Per rendere ancora più ricco il pandorato, ho sostituito la scorza d'arancia candita, con fichi, albicocche e mirtilli secchi!!!

Buon fine settimana, alla prossima...Ely... 

mercoledì 11 dicembre 2013

Gratin di zucca, porri e formaggio

Oggi mercoledì... ricetta salata, una ricetta con la mia amata zucca, che trovo fantastica sia nei dolci che nei salati!!! La proposta di oggi è un gratin di zucca reso più grintoso dalla presenza del porro e cremoso e filante per merito del formaggio. Nel titolo non ho specificato che formaggio, potete scegliere quello che vi sembra più adatto: taleggio, asiago, montasio, fontina... io ho scelto quest'ultimo!!! Si potrebbe considerare come contorno, ma noi l'abbiamo mangiato come piatto unico, trovo sia abbastanza sostanzioso anche così, accompagnato da delle croccanti fette di pane tostato... è perfetto. E' un piatto piuttosto semplice, con pochi ingredienti ma che regala ad ogni boccone un piacevole gusto, sopratutto se avete la fortuna di trovare una zucca di quelle buone!!!


GRATIN DI ZUCCA, PORRI E FORMAGGIO
Togli la scorza, i semi e i filamenti dalla zucca e tagliala a fette di circa 1 cm di spessore. Elimina le radichette, la parte verde e la membrana superficiale dei porri; quindi lavali e tagliali a bastoncini. metti le verdure nel cestello per la cottura al vapore. Sistema il cestello nella pentola e versa una quantità di acqua sufficiente a sfiorare il fondo, copri con il coperchio. Cuoci le verdure per circa 5 minuti a fiamma media. Taglia il formaggio a fettine sottili. Imburra la pirofila e sistema uno strato uniforme di zucca, in modo da coprire il fondo completamente. Regola di sale e spolverizza con una macinata di pepe. Sovrapponi uno strato di porri e distribuisci sopra metà formaggio, in modo uniforme. Completa con uno strato di zucca. Distribuisci il burro rimasto sulla superficie, dopo averlo tagliato a fiocchetti. Cuoci la preparazione nel forno caldo a 180° per circa 40 minuti. Togli la pirofila dal forno, distribuisci sulla superficie il formaggio rimasto a fettine e una macinata di pepe. Rimetti in forno e cuoci per altri 5 minuti, in modo che il formaggio si fonda completamente e si formi una leggera crosticina. Lascia riposare il gratin per 10 minuti a temperatura ambiente, in modo che gli ingredienti si amalgamino bene, e servi.


Puoi trasformare questa ricetta in un ricco primo piatto. Sistema tra uno strato e l'altro di verdure, uno strato di pasta fresca all'uovo per lasagne, scottate in acqua bollente salata. Spolverizza man mano, con parmigiano grattugiato. Chiudi con uno strato di pasta, di parmigiano e di burro a fiocchetti.


Con questa ricetta partecipo al contest di Jessica di In Mou Veritas
Buon mercoledi, alla prossima...Ely...

lunedì 9 dicembre 2013

Bocconcini ai tre semi

La tavola delle prossime feste sarà ricca di sfiziosi antipasti, gustosi primi e secondi, golosi dolci e frutta a volontà!!! Trovo sia carino far trovare ai nostri ospiti anche una bella selezione di pani, crackers o grissini ben presentati. Quindi oggi vi propongo questi deliziosi bocconcini ai tre semi che saranno un ottimo accompagnamento ai meravigliosi piatti che so preparerete e gusterete in questo periodo!!! Si possono preparare in anticipo e congelare, così da averli pronti all'occorrenza, una veloce passata in forno e saranno come appena sfornati... profumati e saporiti, morbidosi all'interno e i semi gli danno quel tocco croccantino che è una meraviglia!!!


BOCCONCINI AI TRE SEMI 
PREPARAZIONE: Impastate 200 g di farina con 1,2 dl di acqua in cui avrete sciolto il lievito; lasciate lievitare la pasta per un'ora poi mettetela nell'impastatrice, unite la farina rimasta, il burro, il latte, 3-4 cucchiai di acqua, un tuorlo, lo zucchero e il sale fine. Lavorate fino a ottenere una pasta compatta che farete lievitare per un'altra ora. Ricavate dall'impasto lievitato, tante palline di uguale peso e formate i bocconcini. Metteteli su una placca rivestita da carta forno, spennellate con il restante tuorlo e spargete i semi sulla superficie. Infornate a 175° per 15-20 minuti. Sfornate e fate raffreddare su una gratella.


Potete dare a questo impasto altre forme: nodini, cornetti e anche delle girelle, e a vostro gusto usate altri semi per decorare!!!


 Buon inizio settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 6 dicembre 2013

Cremini bianchi al caramello

Questa prima settimana di dicembre è volata e ci stiamo avvicinando a grandi passi a Natale. Ci aspettano grandi pranzi e cene in cui gusteremo piatti ricchi e corposi preparati con grande cura e attenzione. Mangeremo tanto, lo so, allora ho pensato di proporvi un dessert perfetto per chiudere con leggerezza e freschezza questi pasti così importanti e direi calorici. Un dolce che soddisferà il palato senza appesantire troppo. Un dolce molto versatile: potete sostituire il caramello con una salsa di frutta a piacere, con del cioccolato fuso o con delle amarene sciroppate. Potete preparare i cremini anche due o tre giorni prima e tenerli in frigorifero fino al momento di servirli, una bella comodità, visto tutte le cose che bisogna preparare nei prossimi giorni di festa!!!
Detto questo, auguro a tutti voi, un piacevole fine settimana, io lo passerò in giro per negozi, lista alla mano, spero di riuscire a comperare, se non tutti, almeno una buona parte dei regali per Natale!!!


Versa metà miele in una casseruola, unisci il latte, il baccello di vaniglia inciso, nel senso della lunghezza. Porta a leggera ebollizione il composto, aggiungi la panna, lascia ancora sul fuoco per qualche istante, finchè inizierà a fremere leggermente, poi spegni il fuoco e incorpora il liquore (io amaretto). Mescola con un cucchiaio di legno e lascia intiepidire la miscela a temperatura ambiente. Sbatti gli albumi con il miele rimasto , senza montarli. Unisci a filo il composto di latte e panna filtrato attraverso un colino a maglie fitte. Bagna gli stampini con poca acqua o liquore e ruotali, per distribuire il liquido uniformemente, eliminando quello in eccesso. Suddividi il composto negli stampini e cuoci a bagnomaria in forno già caldo a 160° per circa 45 minuti. lascia raffreddare i cremini e trasferiscili in frigorifero per almeno 1 ora.


Ho utilizzato degli stampini a ciambellina in modo da avere un incavo dove mettere il caramello e ho guarnito il bordo dei cremini con della granella di nocciole. Alcuni li ho golosamente serviti adagiati su dei frollini alla vaniglia. 
Ho usato del caramello pronto, ovviamente se avete voglia, potete anche farlo... io non avevo tempo!!!


Buon fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 4 dicembre 2013

Polpettone in sfoglia con riduzione al Bonarda

Questa ricetta l'ho preparata per partecipare al contest dell'Agriturismo Cà Versa. Serviva un secondo che si accompagnasse perfettamente al loro Topping di vino Bonarda D.O.C.
Ho quindi pensato ad un polpettone ripieno di spinaci, mortadella e scamorza, il tutto racchiuso in una fragrante sfoglia e una riduzione di Bonarda. Ho deciso di servire la riduzione in ciotoline a parte, così che ogni commensale potesse servirsi secondo il proprio gusto. Io sono quasi astemia, praticamente non bevo vino, ma ho voluto assaggiare questo abbinamento e l'ho trovato gustosissimo. Non avevo mai preparato una riduzione al vino e devo dire che mi ha sorpreso piacevolmente, è piaciuta a tutti, sopratutto a chi è amante del buon bere!!! Credo sia un piatto perfetto da portare in tavola durante le prossime feste natalizie, è buonissimo e fa una gran bella figura, non trovate???


POLPETTONE IN SFOGLIA CON RIDUZIONE AL BONARDA
INGREDIENTI:
150 g di carme di manzo macinata
150 g di carne di maiale macinata
100 g di mortadella
2 fette di pancarrè
40 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
1 spicchio d'aglio
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
prezzemolo q.b.
latte a.b.
sale q.b. 
PER IL RIPIENO:
mortadella
spinaci
scamorza
PER LA RIDUZIONE:
1/2 litro di vino Bonarda
2 cucchiai di miele
una nocina di burro

Pulire e lavare gli spinaci e farli saltare in una padella con dell'olio evo e tenere da parte. Mettere le due fette di pancarrè a bagno con un po' di latte. Tritare la mortadella, e il prezzemolo con l'aglio. In una terrina mettere la carne, il pane strizzato dal latte, l'uovo, la mortadella, il sale, il prezzemolo e il parmigiano grattugiato, mescolare molto bene per amalgamare il tutto. Su un foglio di carta forno leggermente unto d'olio, stendere l'impasto di carne in un rettangolo, coprire con fette di mortadella, fette di scamorza e gli spinaci. Aiutandovi con la carta forno, avvolgere il polpettone in un rotolo e fasciatelo con la carta forno e legate le estremità con dello spago. Cuocere in forno caldo a 200° per circa 40 minuti, fate poi raffreddare. Stendete la pasta sfoglia e adagiatevi al centro il polpettone, richiudete e sigillate bene le estremità, spennellate la superficie con l'uovo sbattuto e infornate a 200° per circa 20 minuti. 
Preparate la riduzione di vino: mettete il vino in una casseruola, unite il miele e fate sobbollire sino a quando comincia a ridursi, unite poi una piccola noce di burro e continuate a cuocere sino a rendere la salsa della giusta consistenza... tenete presente che raffreddandosi si addensa ancora.


Per quanto riguarda il ripieno del polpettone, non ci sono dosi precise, potete anche sostituire gli ingredienti con altri secondo il vostro gusto!!!


Questa ricetta è per te Valeria e per tutti voi di Cà Versa, partecipo quindi al vostro contest!!!
Buona mercoledì a tutti, alla prossima...Ely...

lunedì 2 dicembre 2013

Crostatine alla crema di zucca e mandorle

Il lunedì è sempre una giornata difficile, una giornata in cui si fa fatica a riprendere il solito ritmo!!! Il sistema migliore per cominciare alla grande la settimana, la prima settimana di dicembre, è assaporare un buon dolce. Oggi vi offro queste deliziose crostatine che hanno un profumato e aromatico ripieno che non contiene zucchero, la dolcezza è merito della zucca e di un ingrediente che ho cominciato ad usare da poco... il latte condensato!!! 
Ho finalmente tagliato l'enorme zucca che avevo da un po' e per fortuna è buonissima, quindi sto preparando diverse ricette, salate e dolci, come queste crostatine, che vi consiglio caldamente, sono certa che vi piaceranno!!! 

CROSTATINE ALLA CREMA DI ZUCCA E MANDORLE
INGREDIENTI PER LA FROLLA:
300 g di farina
150 g di burro
100 g di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 limone non trattato

Con la farina fare sul tavolo di lavoro una fontana, mettere al centro lo zucchero, le uova e la scorza del limone grattugiata, cominciare ad impastare. A questo punto unire il burro freddo a pezzettini e continuare ad impastare unendo piano, piano tutta la farina. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.
nel frattempo, tagliare la zucca a dadini. Sciogliere il burro in una casseruola, unite la zucca, salate e cuocete per 30 minuti a fuoco basso, mescolando ogni tanto. Tritare le mandorle.
Scaldare il forno a 180°, stendere la pasta frolla e con un tagliapasta fare dei cerchi e rivestire degli stampini da crostatina. Bucherellare il fondo con una forchetta e coprire con dei cerchi di carta forno e distribuire dei fagioli secchi sul fondo. Infornare per 10 minuti. Sfornate, eliminate i fagioli e la carta forno, non spegnete il forno.
Frullate la polpa di zucca con un frullatore ad immersione, incorporate il latte condensato, le uova, le mandorle, la cannella e lo zenzero in polvere, amalgamate bene. Versate la crema preparata nei gusci di pasta frolla. Io a questo punto, ho distribuito in superficie delle mandorle a lamelle e della granella di zucchero. Abbassate la temperatura del forno a 150° e infornate le crostatine per 30 minuti. Sfornate, fate raffreddare e decorate con zucchero a velo. 

Potete naturalmente usare il tipo di frolla che preferite e che siete solite preparare. Se ben conservate si mantengono buone per diversi giorni e saranno perfette per accompagnare un'ottima tazza di tè!!! 

 Buon inizio settimana, alla prossima...Ely...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...