venerdì 28 giugno 2013

Cestini di sfoglia integrale con mousse di ricotta

Ciao a tutti, buon venerdì!!! Ormai ci ho preso gusto, anche la ricetta di oggi, può sembrare un dolce invece è un delizioso mignon salato!!! Un guscio di sfoglia integrale che raccoglie un ripieno di tenere e dolci zucchine, della croccante e saporita pancetta e della filante caciotta di bufala, e se ancora non bastasse, una sfiziosa mousse di ricotta, vi assicuro che  ogni boccone sarà una goduria!!! Perfetti per un aperitivo, un antipasto e sapete una cosa io li vedo bene anche come segna posto, ad ogni commensale il suo cestino con il nome così potrà iniziare golosamente un pranzo o una cena!!! Che ne dite non è un'idea carina e sfiziosa?!?!?! Sotto non troverete delle dosi precise, queste sono ricette in cui non serve pesare, contare, serve solo che vi lasciate guidare dal vostro gusto e dalla vostra fantasia!!!
Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia integrale
2 o 3 zucchine
pancetta affumicata q.b.
caciotta di bufala q.b.
olio evo q.b.
per la mousse:
ricotta q.b.
formaggio grattugiato q.b.
sale e pepe q.b.
per l'appareil:
2 uova
panna fresca q.b. (o panna e latte al 50%)
sale e pepe q.b.

Dal rotolo di sfoglia, ricavate dei cerchi della misura giusta per rivestire degli stampini, punzecchiate il fondo con una forchetta e tenete da parte. In una padella fate saltare le zucchine tagliate a tocchetti in un po' di olio, devono comunque restare croccanti, tenete da parte. In una padella antiaderente fate rosolare la pancetta a cubetti, così da poter eliminare il grasso che rilascia e non trovarselo tutto nel ripieno. Tagliare a cubetti la caciotta di bufala. A questo punto in una ciotola, riunire le zucchine, la pancetta e la caciotta, salare e pepare a piacere e mescolare bene. In un'altra piccola ciotola, preparare l'appareil, sbattere leggermente l'uovo e unire un po' di panna, salare e pepare. Ora potete riempire i cestini con il ripieno e versare sopra un po' di appareil. Infornare a 180° per circa 15 minuti, sfornare e fare raffreddare. Con la ricotta, il parmigiano grattugiato un po' di sale e pepe, preparare la mousse, metterla in una sac à poche e guarnire i cestini.
Li ho chiamati cestini per via della forma, ma praticamente sono delle piccole quiche. Come avrete notato, alcuni cestini non li ho guarniti con la mousse, sono gustosi anche così, semplici!!! Nella ricetta troverete la preparazione dell'appareil, non è altro che il composto di uova e panna che si versa sulle quiche. Può essere arricchito con delle erbe aromatiche o anche del formaggio!!! 
 Auguro a tutti voi un piacevole fine settimana, a presto...Ely...

mercoledì 26 giugno 2013

Madeleines al rosmarino





































Ciao a tutti!!! Oggi vi propongo una ricetta che a prima vista può sembrare un dolce, ma in realtà sono delle madeleines salate, precisamente al rosmarino. Mi piace rivisitare le classiche ricette dolci trasformandole in salate, mi diverte sorprendere i miei ospiti e vedere la loro faccia stupita quando assaggiano e poi spazzolano in un batter d'occhio le mie madeleines, che dire: son soddisfazioni!!! Avevo già rivisitato in chiave salata i baci di dama e visto il successo, ho voluto provare anche con un altro classico della pasticceria: le madeleines!!! Le ho trovate particolarmente gustose, anche per l'aggiunta della farina di mais che le rende un po' scrocchiarelle e anche di un bel giallino!!! Provatele, vi lascio la ricetta!!!

Ingredienti:
150 g di farina 00
120 g di farina di mais
50 g di asiago grattugiato
40 g di burro
1 uovo
1 dl di latte
15 g di zucchero
1 limone
1 cucchiaio di lievito + un pizzico di bicarbonato
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d'aglio
sale q.b.

Sbattere lo zucchero con l'uovo e unire il burro sciolto. Unire il latte e un cucchiaio di succo di limone, poi incorporate le due farine mescolate al lievito, al bicarbonato e al sale. Unite il formaggio, il rosmarino e l'aglio leggermente tritati e mescolare. Mettere l'impasto nelle impronte delle madeleines e cuocere in forno a 180° per circa 10-13 minuti. Sfornare togliere le madeleines dalle impronte e farle raffreddare su una gratella.

Anche in questo caso, si possono fare delle variazioni sostituendo il rosmarino con erba cipollina, timo e l'Asiago con altro formaggio a piacere. D'altronde la cucina è anche fantasia, quindi usiamola cercando di adattare le ricette secondo il nostro gusto!!!

Vi auguro una piacevole giornata, a presto...Ely...   

lunedì 24 giugno 2013

Crostata farcita alle ciliegie

Ciao a tutti, buon lunedì!!! E' appena trascorso un fine settimana splendido, belle giornate e temperature gradevoli, il caldo dei giorni scorsi è stato rimpiazzato da un' ariettina molto ma molto piacevole!!! Ho una grande passione per le torte alla frutta, e d'estate mi posso davvero sbizzarrire con tutta la frutta che questa stagione ci regala. Adoro le ciliegie e cerco di utilizzarle il più possibile, prima che spariscano dai banchi dei fruttivendoli. Le ho usate per preparare questa favolosa torta e ora ve le offro con questa squisita crostata, che tra l'altro contiene anche la confettura di ciliegie che ho preparato qualche giorno fa. Bene, allora se anche voi siete amanti dei dolci con la frutta e avete un debole per le ciliegie, provate questa crostata, vi piacerà sicuramente!!!
Ingredienti pasta frolla:
300 g di farina 00
160 g di burro
140 g di zucchero   
60 g di uova pesate sgusciate
20 g di latte
2 g di lievito per dolci
per la farcia:
300 g di ciliegie
130 g di burro
150 g di zucchero (per me di canna)
100 g di uova pesate sgusciate
70 g di farina 00
30 g di amido di mais
30 g di granella di mandorle
aroma vaniglia
confettura di ciliegie (la mia)


Frolla: Impastate gli ingredienti in un panetto, stendetelo e foderate lo stampo imburrato e infarinato. Rifilate la pasta sui bordi e punzecchiatela con una forchetta sul fondo. Ponete il guscio in frigo.   
Farcia: montate il burro morbido con lo zucchero e l'aroma della vaniglia, poi unite le uova e in ultimo le farine setacciate. Velate il guscio di frolla con la confettura di ciliegie, poi versate la metà della farcia. Distribuite le ciliegie snocciolate e cospargete con metà della granella. Ricoprite con la farcia rimasta. Distribuite in superficie la granella di mandorle rimasta e infornate a 180° per circa 45 minuti. Sfornate e ponete la crostata a raffreddare su una gratella. Spolverizzatela di zucchero a velo.
Per questa crostata vi occorre una teglia di 22 cm, e poi naturalmente si possono sostituire le ciliegie con altra frutta a piacere, sarà comunque buonissima!!!
Questi sono dei fiori di campo gentilmente raccolti dal marito durante una pedalata nei dintorni di casa, sono bellissimi ma anche molto delicati, si mantengono per così poco, purtroppo!!!
Felice settimana, alla prossima...Ely...     

venerdì 21 giugno 2013

Tranci alle pesche e amaretti

Ciao a tutti!!! Eccoci di nuovo ad un altro fine settimana, quindi oggi voglio proporvi un dolce perfetto per il pranzo della domenica. Delizioso gustato sotto un ombreggiato portico o una veranda, trovo anche che così porzionato e ben incartato sia la conclusione ideale di un bel pic-nic!!! Il contrasto tra il morbido e umido interno e la croccantezza della crosticina in superficie rende questi trancetti una vera squisitezza. L'abbinamento pesche e amaretti poi è la fine del mondo, vi assicuro è un dolce che merita, quindi preparate gli ingredienti e iniziamo, è facile, veloce e sorprendentemente buono!!!

Ingredienti:
220 g di farina 00
120 g di zucchero
140 g di Vallè omega 3
2 uova
2 cucchiai di liquore amaretto
100 g di amaretti
3 pesche
1 bustina di lievito x dolci
sale q.b.

Sbucciare le pesche e tagliarle a tocchettini e tenere da parte.Tritare grossolanamente gli amaretti e unirli al liquore, mescolare bene e tenere da parte anche questi. Lavorare la margarina con lo zucchero e unire le uova uno alla volta, quindi unire la farina setacciata insieme al lievito e al sale. Unire al composto 2/3 delle pesche e 1/3 di amaretti, versare in uno stampo di circa 22x22 cm ricoperto di carta forno. Cospargere la superficie con le restanti e pesche e gli amaretti. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 35-40  minuti, vale sempre la prova stecchino. Sfornare lasciare intiepidire, sformare e fare raffreddare completamente su una gratella. Tagliare a tranci e gustare.

E' un dolce che si presta bene a diverse varianti, le pesche si possono sostituire con altra frutta e gli amaretti, con mandorle, nocciole o altro che renda la superficie croccante!!! Quindi date libero sfogo alla fantasia e al vostro gusto!!!

Vi auguro un estivo e piacevole fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 19 giugno 2013

Ravioli con ricotta e confettura di fragole

Ciao a tutti!!! La ricetta di oggi è un primo piatto che ho preparato per partecipare al contest dell'Azienda Agricola e Agrituristica Cà Versa. Realizzare una ricetta salata utilizzando la confettura di fragole non è stato facile, comunque ho pensato di preparare questi ravioli con un ripieno di ricotta e la mia confettura. Per il condimento, solo un po' di burro nocciola, un leggero aroma dato dalle foglie di menta e del parmigiano reggiano. Quando li ho portati in tavola erano tutti un po' scettici, ma vi dico che dopo il primo assaggio sono rimasti tutti sorpresi dalla bontà di questi ravioli, che non risultano per niente stucchevoli nonostante la confettura!!! Credo sinceramente che li rifarò ancora, sono piaciuti tantissimo a tutti, quindi non mi resta che consigliarvi di provarli, vi conquisteranno!!!

Preparare la pasta: Sulla spianatoia, fare una fontana con la farina e al centro mettere le uova, con la forchetta cominciare ad unire i due ingredienti e formare un impasto omogeneo e ben lavorato. Formare una palla coprirla con della pellicola e lasciare riposare la pasta almeno per 30 minuti.
Preparare il ripieno: Setacciare la ricotta, unire la confettura di fragole, un pizzico di sale e mescolare bene e mettere in frigo a riposare.
Preparare i ravioli: Inserire il ripieno in una sac à poche e tenerla pronta. Stendere la pasta in una sfoglia sottile e con un coppapasta rotondo fare dei cerchi. Mettere su ogni cerchio un po' di ripieno, chiudere a mezzaluna sigillando bene la pasta. In una padella fare sciogliere il burro con le foglie di menta sino a farlo diventare leggermente nocciola. Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata, scolarli e condirli con il burro e il parmigiano grattugiato. Servire e buon appetito.

Per quanto riguarda il ripieno non ci sono dosi precise, dovete trovare il giusto equilibrio tra  la ricotta e la confettura, assaggiate sempre e decidete se mettere più ricotta o più confettura, secondo il vostro gusto!!!

Con questa ricetta partecipo al contest dell' Azienza Agricola e Agrituristica Cà Versa
Buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 17 giugno 2013

Torta alle ciliegie con yogurt e farina d'avena

Ciao a tutti, buon lunedì!!! Quello appena trascorso, è stato un soleggiato, estivo, caldo e piacevole fine settimana, ricaricata da queste splendide giornate, eccomi pronta per affrontare un'altra settimana!!! Il lunedì però è sempre una giornata in cui è difficile riprendere il ritmo, un modo per rendere questa giornata meno traumatica e quindi più piacevole, ce l'ho.... gustarsi un golosissimo dolce!!! Proprio così, un dolce perfetto per la colazione o per una buona merenda, fatto con lo yogurt, che ha reso questa ciambella sofficissima, e la farina d'avena di cui mi sono letteralmente innamorata. La metterei ovunque, nella preparazione del pane l'avevo già sperimentata, nei dolci è la prima volta e vi assicuro non sarà certo l'ultima!!! 

In una ciotola lavorate a crema il burro morbido con la metà dello zucchero a velo. A parte sbattere le uova con lo zucchero a velo rimasto. Unite le due masse, poi diluite con lo yogurt a temperatura ambiente e aromatizzate con la buccia del limone grattugiata. Setacciate sulla massa le farine con il lievito e il sale. Lavorate gli ingredienti per rendere omogeneo l'impasto, poi versatelo nello stampo unto e infarinato. Distribuite in superficie le ciliegie snocciolate e infornate a 180° per circa 35-40 minuti, vale sempre la prova stecchino. Sfornate il dolce, poi attendete 10 minuti prima di sformarlo sulla gratella a raffreddare. Servitelo spolverizzato con zucchero a velo vanigliato.

Trovo questo dolce gustoso e versatile, si possono sostituire le ciliegie con altri tipi di frutta, oppure semplicemente con delle gocce di cioccolato, in qualsiasi caso sarà un dolce che piacerà moltissimo a tutti!!!

Vi saluto e vi auguro una serena settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 14 giugno 2013

Focaccia al formaggio

Ciao a tutti, buon venerdì!!! Pare che finalmente potremo goderci un fine settimana all'insegna del caldo e del bel tempo!!!
Finalmente possiamo pranzare all'aperto sotto al portico e per quanto mi riguarda, ho proprio voglia di crogiolarmi al sole, di sentirlo sulla pelle, non importa se la sera mi ritrovo con la pelle un po' arrossata, mi piace, è un pieno di energia che mi ricarica le "batterie", ne ho davvero un gran bisogno!!! 
La ricetta di oggi è una saporita e ghiotta focaccia al formaggio, è ottima accompagnata a dei salumi, ma vi assicuro che anche così senza niente è gustosissima!!! 
Andate in cucina, preparate gli ingredienti e iniziamo!!!

Ingredienti:
100 g di farina 0
75 g di manitoba
40 g di grana grattugiato
25 g di pecorino
25 g di provolone
25 g di gruyère
1/2 bustina di lievito di birra liofilizzato
1 uovo
olio evo q.b.
sale q.b.   

Mettere le farine a fontana sul piano di lavoro, unire il lievito, poco sale, un cucchiaio di olio evo e metà grana. Impastare gli ingredienti aggiungendo poco per volta 1 dl di acqua tiepida, poi unire il pecorino e gli altri formaggi a dadini. Lavorare la pasta a lungo, finché risulta omogenea ed elastica e non si attacca alle mani. Formare una palla, inciderla a croce, ungerla di olio, metterla in una terrina coperta con un canovaccio umido e lasciare lievitare per un'ora in luogo tiepido e al riparo da correnti d'aria. Lavorare di nuovo la pasta e spenderla in uno stampo di circa 30x12 cm unto di olio. Coprire lo stampo con un canovaccio e lasciare lievitare nuovamente l'impasto in un luogo tiepido per circa un'ora. Infornare a 200° per circa 30 minuti, sfornare e servire subito.    

Servite questa focaccia tiepida e accompagnata con del salame o altri affettati, è perfetta anche come antipasto o come portata di un buffet. Si può anche tagliare a metà e farcirla, comunque sia, in qualsiasi modo la serviate, la troverete molto sfiziosa!!!

Ora vi auguro un fantastico fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 12 giugno 2013

Torta al cocco

Ciao a tutti!!! Si lo so, il dolce di oggi è l'ennesima torta al cocco, ma ho pensato di proporvela lo stesso perché trovo che sia particolare con quelle carinissime palline al cacao. La morbidezza della torta contrasta in maniera deliziosa con le palline che risultano più croccanti!!! La preparazione si divide in due fasi: nella prima si preparano le palline che poi vanno messe in frigo, poi la torta, quindi si assembla il tutto, si inforna e si gusta!!!
E' semplice e di facile esecuzione ed è perfetta per la colazione, noi l'abbiamo mangiata a merenda con un buon bicchiere di latte freddo, che dire... ottima!!!    

Preparare le palline di cocco: versare la farina, il cacao e il cocco grattugiato in una ciotola. Unire il burro morbido e lo zucchero e mescolare per ottenere un impasto morbido (se occorre aggiungere un pochino di latte). Con il composto preparare delle palline di circa 10 g, disporle su un vassoio e metterle in frigo per almeno 20 minuti. Mescolare in un'altra ciotola la farina, lo zucchero e il cocco per preparare la torta. Unire il burro e il lievito, diluire con il latte e lavorare per ottenere un impasto morbido e omogeneo. Foderare una teglia con carta forno, versarvi l'impasto e livellare con il dorso di un cucchiaio. Distribuitevi sopra le palline di cocco, avendo cura di non spingerle troppo nell'impasto. Infornare a 180° per 35-40 minuti, vale sempre la prova stecchino. Al termine, levate la torta e lasciatela raffreddare su una gratella.

L'impasto per la torta una volta preparato vi sembrerà poco, io ho utilizzato una teglia di 24 cm e per me va bene così, ma se la volete più alta potete usare una teglia più piccola,a voi la scelta!!!

A questo punto vorrei ringraziare la carinissima Enrica di Vado...in CUCINA per avermi assegnato questo premio, ormai lo sapete, lo dedico a tutte voi che ogni giorno mi fate sentire la vostra presenza. Grazie...Enrica!!!
Buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 10 giugno 2013

Torta di pane con scamorza

Ciao, buon lunedì!!! Il fine settimana l'ho passato splendidamente in quel di Torino e dintorni, il tempo è stato così così, ma comunque tra musei, palazzi storici e buon cibo, è stato davvero molto divertente e appagante!!!
Solitamente mi piace iniziare la settimana con un bel dolce, invece oggi vi propongo la ricetta di questa gustosissima torta salata. Diversamente dal solito, la settimana scorsa, mi è avanzato del pane, volevo quindi una ricetta in cui poterlo utilizzare, visto che per abitudine non butto mai niente. Mi sono ricordata che avevo salvato questa ricetta proposta dalla bravissima e dolcissima Susy di Ricotta...che passione. Non avevo dubbi che questa torta sarebbe stata buonissima, lei è molto brava nelle preparazioni così come nelle presentazioni.
Non ho cambiato nulla della ricetta, è perfetta così com'è, ho solamente aggiunto dei carciofini sott'olio che volevo smaltire. Se vi avanza del pane, non buttatelo, provate questa torta, sarà un ottimo riciclo!!!

Ingredienti:
250 g di pane raffermo
150 g di ricotta
100 di scamorza affumicata
250 ml di latte (regolatevi in base al pane)
1 uovo
5-6 pomodorini  
5-6 carciofini sott'olio  
prezzemolo tritato q.b. (timo-origano)
sale e olio evo q.b.

Mettere in una ciotola il pane spezzettato, irroratelo con il latte e lasciatelo riposare sino a quando sarà morbido. Aggiungere la ricotta, i carciofini tagliati, l'uovo, il prezzemolo, il sale e mescolare il tutto.
Unire la scamorza grattugiata con una grattugia a fori grossi, amalgamare e versare il composto in una teglia rivestita con carta forno.
Tagliare a metà i pomodorini e metterli sull'impasto.
Spennellare la superficie con l'olio evo e cuocere in forno a 190° per circa 40-45 minuti.

Per questa torta ho utilizzato della ricotta vaccina, nulla vieta di usare anche della ricotta di capra, scegliete secondo il vostro gusto!!!

Felice settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 7 giugno 2013

Fior di fragola

Ciao a tutti, buon venerdì!!! Finalmente riesco a postare la ricetta che ho preparato per partecipare al contest dell'Azienda Agricola e Agrituristica Cà Versa!!! Sono delle mini tortine ripiene di confettura di fragole (la mia), ricoperte di pasta di zucchero. Ho pensato fossero più carine con questo delizioso vestitino, ma vi assicuro che anche senza sono golose e semplici da preparare, quindi se non avete tempo, voglia o manualità potete fare queste tortine semplici, senza la copertura di zucchero, provatele, non ve ne pentirete!!! Eccovi qualche altra foto e la ricetta!!!


Ingredienti:
400 g di farina 00
100 g di fecola di patate
200 g di zucchero
100 g di burro fuso
2 uova
1 bustina di lievito x dolci
latte q.b.
pasta di zucchero colorata q.b.

Nel mixer mettere la farina, la fecola, il lievito, lo zucchero, le uova e il burro fuso freddo, iniziare ad impastare e piano piano aggiungere il latte fino ad ottenere una pasta tipo frolla.
Con l'impasto ben amalgamato, formare delle palline del peso di circa 20-25 g e metterle in una teglia rivestita di carta forno, schiacciare leggermente.
Fare cuocere in forno a 170° per circa 15-17 minuti. Sfornare e fare raffreddare le tortine sulla gratella. Una volta fredde, con uno scavino o un coltello dalla parte sotto, quella piatta, togliere un po' di pasta in modo da creare un buco e tenere da parte. Riempire questa cavità con la confettura di fragole, richiudere con la parte di pasta avanzata e fare riposare.
A questo punto se volete potete decorare le mini tortine con la pasta di zucchero, altrimenti potete gustarle, così, semplici!!!
Con le dosi che vi ho dato vengono parecchie tortine, potete farcirne la metà anche con della nutella, ma state tranquille non saranno troppe, finiranno in un baleno!!!
Per quanto riguarda la pasta di zucchero, io ho utilizzato quella pronta e l'ho colorata con i coloranti alimentari in gel, provate, potrete coinvolgere anche i bambini che si divertiranno un sacco!!!
Con questa ricetta partecipo al contest dell'Azienda Agricola e Agrituristica Cà Versa!!!

Bene, ora vi auguro un magnifico fine settimana, alla prossima...Ely...     

mercoledì 5 giugno 2013

Baci salati alle noci e Parmigiano Reggiano

Ciao a tutti!!! Sono stata invitata a partecipare a Parmigiano Reggiano chef, la prima competizione internazionale di ricette online organizzata da Parmigiano Reggiano.
Il tema della gara è lo Smartcooking, una tendenza innovativa ispirata alle buone abitudini volta ad una maggiore valorizzazione del cibo attraverso la riduzione degli sprechi, la riscoperta di ingredienti dimenticati e il riutilizzo degli avanzi, con lo scopo di creare cultura in cucina. Questa è la ricetta che ho pensato per partecipare a questa competizione, sono dei baci salati con noci e una crema di ricotta e parmigiano reggiano. Perfetti finger food, ideali per un aperitivo o come antipasto magari accompagnati a del buonissimo prosciutto di Parma!!! Sono particolarmente sfiziosi, provateli vi piaceranno sicuramente!!!

Ingredienti:
80 g di burro
100 g di farina 00
100 g di noci o mandorle
80 g di parmigiano reggiano
20 ml di vino bianco
sale e pepe q.b.
per la crema:
ricotta q.b.
parmigiano reggiano q.b.

In un mixer mettere le noci e il parmigiano reggiano e frullare molto finemente i due ingredienti, unire il sale (a piacere) e una grattatina di pepe. A questo punto unire il burro freddo tagliato a pezzettini e infine il vino bianco, continuare a mixare finchè non si sarà formata un impasto omogeneo. Con questo impasto, formare delle palline di circa 10 g e metterle su una teglia rivestita da carta forno, metterle in frigorifero almeno per 30 minuti.
Questo passaggio serve a far sì che le palline in cottura non si appiattiscano troppo.
Passato il tempo di raffreddamento, infornare a 180° per circa 20 minuti. Sfornare e fare raffreddare su una gratella.
Per quanto riguarda la crema non ho dato dosi precise, regolatevi secondo il vostro gusto, mescolate la ricotta con il parmigiano reggiano e mettete in frigo.
Una volta pronti i baci e la crema basta solo assemblare il tutto mettendo un po' di crema su un bacio e accoppiarlo ad un altro. Buon appetito!!!

Le dosi che vi ho dato sono per circa 20 baci completi, nell'impasto se volete potete mettere le mandorle, ma secondo me con il parmigiano reggiano ci stanno benissimo le noci, è un abbinamento perfetto!!!

Con questa ricetta partecipo a Parmigiano Reggiano chef.
Buona giornata, alla prossima...Ely...     

lunedì 3 giugno 2013

Quattro quarti ai pinoli

Ciao a tutti, buon inizio settimana!!! Finalmente ieri una bellissima e calda giornata, ma stamattina quando ho aperto le persiane che delusione, cielo coperto e minaccia di piovere!!!
Uffaaaaaa!!!!
Per iniziare la settimana in dolcezza, oggi voglio farvi assaggiare questo quattro quarti con pinoli, arricchito con delle profumatissime mele. Per fare questo dolce, mi è capitato di usare delle uova con un tuorlo particolarmente giallo, quindi guardate il colore di queste fettine, sono di un giallo quasi abbagliante!!! E' goloso, soffice e saporito, da provare sicuramente!!!

Ingredienti:
3 mele
3 uova + 1 tuorlo
il peso delle uova e del tuorlo sgusciate di farina
lo stesso peso di zucchero
lo stesso peso di burro
100 g di pinoli
1 limone non trattato
1/2 bustina di lievito x dolci
gelatina di albicocche q.b.

Lavate le mele e asciugatele. Tagliate 3 fette in orizzontale da una mela (servirà per la decorazione) e sbucciate il resto, insieme alle altre mele. Tagliatele a tocchetti e bagnatele con il succo del limone. Lavorate il burro portato a temperatura ambiente, con lo zucchero utilizzando le fruste elettriche. Dovete ottenere una spuma bianca e soffice. Incorporate al composto prima le uova, poi la farina setacciata con il lievito, infine i tocchetti di mela e i pinoli. Imburrate e infarinate leggermente uno stampo rettangolare a bordi alti di 15x20 cm o rivestitelo con carta forno e versatevi il composto. 
Livellate la superficie con una spatola e adagiatevi le fette di mela tenute da parte. Infornate a 180° per 40-45 minuti, vale comunque la prova stecchino. Sfornate il dolce, lasciatelo raffreddare e passate la superficie con della gelatina di albicocche leggermente scaldata con un pochino di acqua.

Vi auguro una splendida settimana, alla prossima, Ely...