venerdì 31 maggio 2013

Crostatine alle fragole e mousse di cioccolato bianco

Ciao a tutti, buona giornata!!! Finalmente venerdì, ci aspetta un altro fine settimana speriamo di sole ma soprattutto con temperature più miti!!! Sapete, quest'anno non siamo ancora riusciti a pranzare fuori nel portico, troppo freddo!!! Mah vedremo cosa ci riserva il meteo per questo primo fine settimana di giugno!!!
Oggi voglio offrirvi delle crostatine con una golosissima mousse di cioccolato bianco e delle profumate e saporite fragole e come unica decorazione delle piccole meringhette che secondo me ci stanno benissimo!!! Quindi ecco a voi la ricetta di queste prelibate crostatine!!!

Ingredienti per la frolla:
300 g di farina 00
150 g di burro
100 g di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1 limone non trattato
per la mousse di cioccolato bianco:
125 g di cioccolato bianco
4 tuorli
3 cucchiai di zucchero
3 g di gelatina
250 g di panna fresca
per decorare:
gelatina di albicocche q.b.
meringhette q.b.
fragole q.b.


Mousse: Mettere a bagno la gelatina in acqua fredda. Fare sciogliere il cioccolato bianco a bagno maria. Montare i tuorli con lo zucchero finchè sono chiari e spumosi, unire il cioccolato sciolto. Sciogliere la gelatina ben strizzata in due cucchiai di acqua calda e unirla alla crema di uova e cioccolato, mescolare bene per amalgamare il tutto. Montare la panna e unirla piano alla crema mescolando dal basso verso l'alto. Mettere in frigo per farla raffreddare e rapprendere un po'. 
Frolla: Con la farina fare sul tavolo di lavoro una fontana, mettere al centro lo zucchero e la scorza del limone grattugiato, le uova e cominciare ad impastare. A questo punto unire il burro freddo a pezzetti e impastare incorporando piano piano tutta la farina, formare una palla e fare riposare in frigo per almeno 30 minuti avvolta nella pellicola. Tirare la frolla, tagliare dei cerchi e rivestire degli stampini da crostatina. Coprire la pasta con della carta forno, mettere dei fagioli secchi e procedere con la cottura in bianco nel forno già caldo a 180° per circa 10-15 minuti. Sfornare, togliere la carta forno e i fagioli, rimettere nel forno per altri 5 minuti. Fare raffreddare su una gratella. 
Assemblaggio: Mettere la mousse di cioccolato nei gusci di frolla, decorare a piacere con le fragole tagliate a metà, poi lucidarle con un po' di gelatina di albicocche fatta leggermente scaldare con un po' di acqua. Completare con le meringhette.

Ovviamente per questa ricetta potete usare la frolla che usate normalmente, anche quella con l'olio al posto del burro. Secondo me ci starebbe bene anche una frolla alle mandorle, insomma, potete variare queste crostatine secondo il vostro gusto!!!

Vi auguro un piacevole e sereno fine settimana, alla prossima...Ely...    

mercoledì 29 maggio 2013

Timballini di sogliola

Ciao a tutti, buon mercoledì!!! E anche maggio, che solitamente è il mese delle giornate tiepide e luminose, delle fioriture di rose profumate, dei cieli tersi e azzurri è quasi passato, ce lo siamo persi!!! Speriamo che il mese di giugno ci ricompensi, che non faccia brutti scherzi visto che il 21 inizia l'estate!!! Per la ricetta salata della settimana, vi propongo un gustoso timballino di sogliola con un ripieno a base di patate, zucchine e gamberi. Servito con una fresca insalata mista è un ottimo piatto unico, si presenta bene ed è perfetto per essere portato in tavola ad una cena tra amici, perché no?! La ricetta è molto semplice, il timballo può essere preparato in anticipo e messo in forno poco prima di mettersi a tavola, meglio se lo lasciate riposare un pochino prima di servirlo. Io l'ho fotografato subito appena tolto dal forno quindi ancora molto caldo e aprendolo risulta meno compatto, ma se lo si lascia un po' riposare...sarà perfetto!!!
Ingredienti: x 4
1,2 kg di sogliole
500 g di gamberi
200 g di patate
250 g di zucchine
1 uovo + 1 tuorlo
2 cucchiai di olio evo
40 g di burro
1 cipolla
 50 g di pangrattato
1 dl di panna      
sale e pepe q.b.

Lessate le patate per 30 minuti, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate. Tritate la cipolla e fatela appassire con l'olio, lavate e spuntate le zucchine, passatele alla grattugia a buchi larghi e fatele insaporire nel soffritto per 5 minuti. Sgusciate i gamberi, eliminate il filamento scuro e uniteli alla verdura, facendo cuocere per 5 minuti.
Trasferite le verdure e i gamberi in una ciotola con il passato di patate, unite l'uovo, il tuorlo, la panna, sale e pepe e amalgamate con cura.
Spellate le sogliole incidendo la pelle scura appena sopra la coda e tirandola verso la testa, quindi staccate tutti i filetti, salate e pepate.
Imburrate 4 stampini per timballini e spolverizzateli di pangrattato, quindi foderateli completamente con i filetti di sogliola che devono sbordare un po'. Riempiteli con il composto preparato, richiudeteli verso il centro e fate cuocere per 30 minuti in forno a 180°.
Ovviamente si possono sostituire i filetti di sogliola con altri a vostro gusto, la ricetta sarà comunque molto ma molto gustosa!!!
Buona giornata, alla prossima...Ely...     

lunedì 27 maggio 2013

Crostata bigusto

Buon lunedì!!! Per iniziare la settimana alla grande, oggi vi offro una crostata che contiene non una, bensì due creme. Una sorta di crema pasticciera e una golosissima al cioccolato, il tutto racchiuso da una fragrante pasta frolla. Credetemi, non c'è niente di meglio in queste giornate ancora fredde che gustare un dolce così goloso e ricco di deliziose creme!!! 
Per quanto riguarda la frolla, potete usare quella che solitamente preparate, comunque  sotto vi darò le dosi previste dalla ricetta, a voi la scelta!!! Provate questa crostata, piacerà a tutti, agli amanti del cioccolato e a quelli che preferiscono il gusto della vaniglia!!! E allora forza, prendete farina, zucchero e uova e cominciamo!!!
Ingredienti per la frolla:
320 g di farina 00
135 g di burro
1 uovo
100 g di zucchero
1/2 cucchiaino scarso di lievito
1 pizzico di sale
per la crema alla vaniglia:
2 uova
250 g di latte
80 g di zucchero
20 g di farina 00
1 bacca di vaniglia
per la crema al cacao:
50 g di farina 00
20 g di fecola
25 g di cacao
120 g di zucchero
2 uova + 3 tuorli
40 g di latte
50 g di burro fuso e freddo
aroma amaretto

Frolla: impastate velocemente tutti gli ingredienti indicati e, senza scaldare troppo la pasta, ricavatene un panetto. Stendetela con il mattarello infarinato a circa 4 cm di spessore, foderate lo stampo già unto e infarinato, rifilate i bordi e punzecchiate il fondo. Ponete in frigo.
Crema alla vaniglia: scaldate il latte con la bacca di vaniglia. Montate bene le uova con lo zucchero, poi versate la farina stemperando con il latte caldo e cuocendo la crema su fuoco dolce, sempre mescolando. Togliete dal fuoco e tenete da parte coprendo con pellicola a contatto.
Crema al cacao: montate le uova con i tuorli e lo zucchero. Continuate a sbattere con le fruste aggiungendo l'aroma, le farine, il cacao e alternate con il latte e il burro fuso freddo.
Assemblaggio: versate la crema alla vaniglia nel guscio di frolla, livellate la superficie e distribuitevi sopra la crema al cacao. Infornate la crostata a 180° per 40 minuti, quando ha raggiunto la cottura, sfornate e sformatela sulla gratella a raffreddare. Spolverizzate di zucchero a velo.
Ho usato uno stampo da crostata di 26 cm di diametro rivestito con carta forno. Nella crema al cacao ho messo l'aroma all'amaretto, voi potete mettere quello che più vi piace, a vostro gusto!!!
Vi auguro una piacevole settimana, alla prossima...Ely...     

venerdì 24 maggio 2013

Torta alle fragole

Ciao a tutti, buon venerdì!!! E' proprio vero: la fretta è una cattiva consigliera!!! Ho voluto preparare a tutti i costi questa torta anche se non avevo molto tempo perché dovevo uscire, ma mi sono detta: " Meglio farla prima di uscire, così nel frattempo si raffredda e quando torno scatto le foto" non fa una piega, vero?!?! Peccato che la ricetta prevedeva di mettere le fragole sopra all'impasto una volta versato nella teglia, invece per la fretta le ho versate e mescolate direttamente nell'impasto, così durante la cottura sono finite tutte sul fondo!!! Che rabbia, al taglio la fetta non è come avrei voluto, va beh, comunque sia questa torta è buonissima ed è stata molto apprezzata. Metà l'abbiamo gustata per merenda con una buona tazza di te, l'altra metà dopo cena comodamente seduti sul divano davanti alla tv mentre fuori tanto per cambiare diluviava, vi assicuro...una vera coccola!!! 
Ingredienti:
250 g di farina 00
250 g di zucchero
250 g di panna fresca
3 uova
1 bustina di lievito x dolci
1 pizzico di sale
1 cestino di fragole

Separare i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi con 50 g di zucchero. Montare i tuorli con lo zucchero rimasto fino a renderli chiari e spumosi. Unire la farina setacciata con il lievito e il sale alternandola con la panna. Aggiungere gli albumi montati mescolando dal basso verso l'alto. Versare l'impasto in una teglia rivestita con carta forno a questo punto spargere sopra l'impasto le fragole tagliate a tocchettini. Infornare a 180° per circa 45 minuti, vale la prova stecchino. Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella. Cospargere di zucchero a velo.
Il procedimento di questa torta è molto semplice e la panna dona all'impasto una sofficità incredibile!!!
Vi auguro uno splendido fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 22 maggio 2013

Biscottini con ricotta e mandorle

Ciao a tutti!!! Oggi vi offro dei buonissimi biscottini con la ricotta e le mandorle, ideali per la colazione, la merenda e perché no serviti come ho fatto io in una serata tra amici come dopo cena per accompagnare il caffè, vi assicuro finiranno in un batter d'occhio!!! Sono biscottini semplici, niente glasse, niente creme particolari, solo una buona ricotta, poco burro e il leggero aroma delle mandorle, perché ogni tanto si ha proprio voglia di dolci così...semplici e  deliziosi!!!

Ingredienti:
200 g di farina 00
50 g di mandorle tritate
150 g di ricotta
30 g di burro
120 g di zucchero
1 cucchiaini di lievito x dolci
1 uovo
1 pizzico di sale
mandorle con la buccia per guarnire

Montare la ricotta con lo zucchero e l'uovo, aggiungere il burro sciolto a filo. Unire la farina setacciata con il sale e il lievito e amalgamare bene. Formare delle palline di circa 30 g e metterle su una teglia rivestita da carta forno. L'impasto risulterà un po' appiccicoso, ma non aggiungete farina, per formare le palline aiutatevi infarinandovi le mani. Mettere su ogni pallina una mandorla con la buccia. Fare cuocere i biscotti in forno già caldo a 180° per circa 12-15 minuti. Sfornate e posizionate i biscotti su una gratella per farli raffreddare.


E' sì una ricetta semplice, ma è anche molto versatile, i 50 g di mandorle si possono sostituire con le nocciole o anche con del cocco, e si possono guarnire con zucchero in granella o a velo oppure con del cacao, a voi la scelta!!!

Vi auguro una piacevole giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 20 maggio 2013

Cantucci salati

Ciao a tutti, buon lunedì!!! Eccoci ad un nuovo inizio di settimana, inutile parlare del tempo oramai si è detto tutto, inutile continuare a guardare le previsioni, inutile arrabbiarsi per tutta questa pioggia, tanta pioggia, inutile e deprimente. E' utile invece approfittare e godere il più possibile delle poche giornate di sole e sperare che questa bizzarra primavera ci traghetti al più presto e con più dolcezza verso la tanto sospirata estate!!! Oggi vi propongo una ricetta particolarmente sfiziosa, dei cantucci salati, perfetti per essere gustati come antipasto con degli affettati. Come per quelli dolci, la ricetta è molto semplice e veloce ed è una golosa alternativa ai soliti grissini o cracker!!!

La ricetta originale dei cantuccini toscani, la trovate qui

Ingredienti:
200 g di farina 00
50 g di mandorle con la buccia
50 g di pistacchi sgusciati
0,5 dl di latte
1 uovo
1 cucchiaino di lievito istantaneo
0,4 dl di olio evo
sale e pepe q.b.

Setacciare la farina con il lievito, unite l'uovo sbattuto, un pizzico di sale e pepe, l'olio e il latte e amalgamate bene.Aggiungete i pistacchi e le mandorle, lavorate rapidamente il composto e formate 2 filoncini di 5-6 cm di larghezza e 2 di altezza. Trasferiteli sulla placca foderata con carta forno, infornateli e cuoceteli a 180° per circa 30 minuti.
Lasciateli raffreddare e tagliateli a fette in diagonale. Disponeteli nuovamente sulla teglia del forno e cuoceteli per altri 10 minuti. Fateli raffreddare su una gratella e serviteli.

Questi cantucci possono essere serviti come antipasto, ma vi assicuro che una volta assaggiati vi verrà voglia di sgranocchiarli a qualsiasi ora della giornata!!!

Vi auguro una piacevole settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 17 maggio 2013

Gratin di cavolfiore in salsa mornay

Ciao a tutti, buon venerdì!!! La ricetta di oggi è un sfizioso contorno: cavolfiori gratinati con una deliziosa salsa mornay. La salsa mornay non è altro che una besciamella arricchita con tuorlo d'uovo un po' di panna e del formaggio, in questo caso emmentaler. Non c'è che dire, questa salsa è molto più saporita di una semplice besciamella e rende le verdure particolarmente gustose. Ovviamente si può sostituire il cavolfiore con tantissime altre verdure e la prossima volta ho pensato di presentarlo nelle cocottine singole, così ognuno avrà la sua porzione e in tavola faranno una gran figura!!! Vi lascio con la ricetta!!!


Ingredienti:
1 kg di cavolfiore
50 g di farina 00
80 g di burro
5 dl di latte
60 g di emmentaler grattugiato
1 dl di panna fresca
1 tuorlo
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.

Preparate la salsa mornay. Sciogliete 50 g di burro in una casseruola, unite la farina, mescolando, e fatela tostare per qualche istante; quindi incorporate a filo il latte scaldato con un pizzico di sale, una grattatina di noce moscata e un pizzico di pepe. Cuocete il mix per 5 minuti a fuoco basso, poi togliete la casseruola dal fuoco e incorporate il tuorlo leggermente sbattuto con la panna, aggiungete anche l'emmentaler, mettete di nuovo sul fuoco e proseguite la cottura a fiamma bassissima per altri 5 minuti. Pulite il cavolfiore e dividetelo in cimette, quindi cuocetele al dente, in acqua o a vapore, scolatele e lasciatele asciugare su di un telo. Sistemate le cimette in una pirofila leggermente imburrata e copritele con la salsa, terminate con il burro rimasto a fiocchetti e fate gratinare in forno già caldo a 190° per 15-20 minuti.


La salsa mornay si può utilizzare non solo con le verdure ma anche con la pasta o i gnocchi. Immaginatevi questa gustosissima salsa con i gnocchi, magari agli spinaci, oppure quelli all'acqua facili e veloci da preparare. Provatela, che sia con le verdure, con la pasta o altro, vi piacerà ne sono certa!!!


Vi auguro un piacevole fine settimana, alla prossima...Ely...     

mercoledì 15 maggio 2013

Confettura di fragole

Ciao a tutti, buona giornata!!! Con quella alle fragole ho dato inizio alla nuova produzione di confetture e marmellate. Ogni anno ne preparo parecchi vasetti, di tutti i frutti che l'estate ci regala: ciliegie, pesche, prugne, albicocche ecc. Quella che però mi dà più soddisfazione è quella che preparo con le prugnette dell'albero che ho in giardino. Purtroppo non me ne dà tante, l'anno scorso sono riuscita a farne solo un vasetto, spero che quest'anno sia più generoso. Però sapete, l'anno scorso durante una visita a mia suocera in Emilia, ho scoperto due meravigliosi alberi di prugne (loro le chiamano marusticani), erano nel giardino di un signore piuttosto anziano a cui non interessa più raccoglierle, ma non ero preparata: non avevo sacchetti o contenitori dove metterle quindi non ne ho potuto raccogliere molte, solo quelle sufficienti per fare due vasetti. Quest'anno, andrò attrezzata di contenitori e voglio raccoglierne più che posso, con queste prugnette si fa una confettura di un colore fantastico e un sapore intenso e meraviglioso. 
Con questa confettura di fragole sto già pensando ad una ricetta per il nuovo contest dell'Azienda Agricola e Agrituristica Cà Versa, quindi prossimamente su questi schermi...un delizioso dolce alla confettura di fragole!!!

Ingredienti:
1 kg di fragole
500 g di zucchero
1 limone
1 mela

Lavare molto bene le fragole, tagliarle a tocchetti e metterle in una pentola con il succo del limone e un po' d'acqua. Fare cuocere a fuoco moderato sino a quando le fragole si sono ammorbidite, a questo punto abbassare al minimo il fuoco e unire lo zucchero, mescolare molto bene sino a farlo sciogliere completamente, rialzare il fuoco e proseguire la cottura. Se necessario schiumate la superficie con un colino a maglie fitte. Per verificare se la confettura ha raggiunto la giusta consistenza, potete fare la prova su un piattino che avrete precedentemente messo in congelatore, mettete un po' di confettura sul piattino e rimettetelo in congelatore per 30 secondi. Se vi sembra sia pronta, spegnete il fuoco e invasate la confettura ancora calda in vasetti precedentemente sterilizzati e asciutti, chiudete molto bene il vaso e mettetelo capovolto su di un piano e lasciate raffreddare . Conservate in dispensa possibilmente al buio.

Negli ingredienti ho messo anche una mela, ho l'abitudine di mettere la sua buccia tagliata, in un tovagliolino di lino bianco chiuso con dello spago da cucina e di farlo cuocere insieme alla frutta. La buccia della mela è molto ricca di pectina quindi con questo sistema aiuto il raggiungimento della giusta consistenza della confettura in maniera naturale e genuina.

Vi auguro una piacevole giornata, alla prossima...Ely...     

lunedì 13 maggio 2013

Hachis parmentier alle carote

Ciao a tutti, buon inizio settimana!!! Come vi ho già detto altre volte, ho una sorella che vive in Francia, è lei che più spesso viene a trovarci, però ovviamente ogni tanto anche noi ricambiamo la visita. Ricordo ancora la prima volta che sono andata a trovarla, nelle Corbieres, una zona a sud-ovest della Francia, posti bellissimi e paesaggi stupendi. E' stato in quell'occasione che ho assaggiato per la prima volta l'hachis parmentier, è praticamente come uno sformato in cui si alternano strati di carne battuta (hachis) a un purè di patate con  formaggio. E' un piatto molto antico, tipico della cucina francese, la versione che vi presento oggi è arricchita con le carote e ho pensato fosse perfetta per partecipare al contest della bravissima Ale di Dolcemente inventando ovvero i pasticci di Ale. E' una ricetta semplicissima e molto gustosa, e per renderla più accattivante, ho deciso di farne delle mini porzioni utilizzando delle carinissime cocottine, tra l'altro comperate proprio in Francia, meglio di così!!!

Ingredienti:
500 g di carne macinata di manzo
600 g di carote
500 g di patate
1 cipolla
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
3 dl di brodo di carne
30 g di burro
1 dl di latte
80 g di fontina
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Pelate le carote e le patate, tenete da parte 1 carota in tera e tagliate a pezzi le altre verdure. Mettete entrambe in una pentola, coprite d'acqua e lessatele per 30 minuti. Tritate la cipolla e la carota tenuta da parte e fatele rosolare con 4 cucchiai di olio. Unite la carne macinata, lasciatela insaporire, aggiungete il concentrato di pomodoro, sale e pepe, bagnate con il brodo e cuocete per 30 minuti. Passate allo schiacciapatate le carote e le patate, unite 20 g di burro e il latte caldo, sale, pepe e la fontina tritata. Imburrate 4 cocottine e riempitele con strati di purè alternati al ragù. Cuocete in forno caldo a 180° per circa 20 minuti, poi fate gratinare sotto il grill per dorare la superficie.

Ero molto indecisa su quale ricetta scegliere per partecipare a questo contest, ho diverse ricette della cucina francese che adoro, la scelta è caduta su questa, forse perché è stata una della prime che ho assaggiato!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Ale di Dolcemente inventando ovvero i pasticci di Ale
Auguro a tutti una serena settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 10 maggio 2013

Torta alla mousse di mele renette

Ciao a tutti!!! La torta di oggi è nata dall'esigenza di consumare la mousse di mele renette avanzata dalla ricetta delle fiamme che ho proposto qualche giorno fa. Visto e considerato,  che in cucina non si butta niente, pensa che ti ripensa è nato questo riciclo, un riciclo senz'altro riuscitissimo. Ne è uscita una torta  morbida, saporita e profumata a noi è piaciuta molto, sarà perché è una di quelle torte semplici, che sanno di buono, di genuino, quelle torte che dopo una fettina hai voglia di gustartene subito un'altra. 
Domenica sarà la festa della mamma, io come tutte le domeniche avrò la mia a pranzo, le preparerò qualcosa di speciale, i suoi piatti preferiti e sicuramente un delizioso dolce. Le ho già preparato un piccolo pensierino, niente cose particolari o costose, è una semplice cornice con le foto dei suoi nipoti, so che le piacerà moltissimo !!! A lei piacciono tantissimo anche i fiori, quindi domani andrò al vivaio e le prenderò un vasetto di roselline rosa!!! A voi lascio la ricetta di questa golosa torta!!!
Ingredienti:
300 g di mousse di mele renette
2 mele renette
200 g di farina 00    
100 g di burro fuso
120 g di zucchero
2 uova
2 cucchiai di latte
2 cucchiai di amaretto
1 bustina di lievito x dolci
1 pizzico di sale
zucchero a velo e in granella q.b.    

In una terrina montare le uova con lo zucchero fino a renderle chiare e spumose. Unire la farina setacciata insieme al lievito e al pizzico di sale alternandole al latte e al liquore. Unire il burro fuso e freddo e la mousse di mele. Rivestire di carta forno uno stampo da 24 cm e versarvi l'impasto, ricoprire la superficie con le mele tagliate a fettine e lo zucchero in granella. Cuocere in forno caldo a 180° per 45 minuti, vale sempre la prova stecchino, sfornare e fare intiepidire. Sformare la torta e fare raffreddare su un gratella poi cospargere di zucchero a velo.
AUGURI a tutte le mamme, a chi lo è diventata da poco, a chi lo sta per diventare, a chi invece ha già dei figli grandi e naturalmente a tutte le nonne!!!
Vi auguro un sereno e felice fine settimana, a presto...Ely...     

lunedì 6 maggio 2013

Tapenade di asparagi

Ciao a tutti, buon lunedì!!! Il tempo questo fine settimana è stato proprio pazzerello: sabato è stata una  giornata bellissima e calda, ieri sembrava di essere nel mese di novembre, buio, grigio e pioggia, tanta pioggia!!! Direi che ne abbiamo fin sopra i capelli di questo tempo, ma tant'è che non possiamo farci niente, quindi basta lamentarsi e passiamo oltre. Passiamo alla ricetta di oggi: una tapenade fatta con gli asparagi. "Favolosa!" ho pensato, quando ho visto questa ricetta e non mi sbagliavo: è davvero una salsina facile da preparare e molto gustosa. E' ottima spalmata su focaccine o su fette di pane tostato, perfetta per aprire un pranzo tra amici. Se vi piacciono gli asparagi, provatela, sono certa che vi piacerà!!!
Ingredienti:
12 sparagi
10 olive verdi 
30 g di cappero sott'aceto
olio evo q.b.
sale q.b.    

Lavate gli asparagi e privateli dell'ultimo pezzo del gambo nel caso sia troppo legnoso e duro. Pulite la parte terminale dei gambi con un pelapatate, lessateli in acqua leggermente salata per circa 7-8 minuti, scolateli e raffreddateli subito in acqua molto fredda (meglio acqua e ghiaccio) in modo che conservino il loro colore vivo. Denocciolate le olive e strizzate bene i capperi dall'aceto. Metteteli in un tritatutto e unitevi gli asparagi tagliati grossolanamente (alcuni conservateli per la decorazione). Aggiungete un po' di olio evo e frullate fino ad ottenere una crema. Se dovesse servire aggiungete anche 1 o 2 cucchiai di acqua di cottura degli asparagi per rendere il composto più omogeneo.

Potete preparare questa tapenade anche con olive nere e aggiungendo qualche filetto d'acciuga sott'olio. Per conservarla riponetela in un vasetto di vetro, coperta da un filo d'olio, in frigorifero può durare 2 settimane.

Ora vorrei ringraziare la simpaticissima Enrica di Vado...in cucina per avermi assegnato questo premio. Sapete che non sono molto brava a seguire le regole di questi premi e quindi come sempre lo dedico  a tutte voi che mi seguite. Grazie Enrica!!!

 Vi auguro un piacevole settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 3 maggio 2013

Fiamme al cioccolato e mousse di mele renette

Ciao a tutti, buon venerdì!!! Vi ricordate quando la domenica si usava andare in pasticceria a comperare le paste?!?!?! In ogni "cabaret" c'era sempre qualche fiamma al cioccolato, a me piacevano tantissimo e ricordo che si faceva gara a chi riusciva ad accaparrarsele. Dalla passione per questi dolcetti, è nata questa rivisitazione e quindi ho pensato che sarebbero stati perfetti per partecipare al contest dell'agriturismo Ca' Versa. Per renderli ancora più gustosi e adatti al contest, ho aggiunto uno strato di mousse alle mele renette che ben si sposa con il cioccolato fondente. Di solito nei dolci si usa abbinare le pere al cioccolato e non avrei mai creduto che questa mousse potesse rendere questo mitico pasticcino ancora più goloso. Devo proprio ammettere che mele renette e cioccolato fondente sono  un'accoppiata vincente!!!

Ingredienti:
300 g di farina
120 g di zucchero
400 g di cioccolato fondente
1 uovo
2 tuorli
2 dl di panna fresca
170 g di burro
1 pizzico di sale
per la mousse di mele renette:
500 g di mele renette
250 g di zucchero
succo di limone q.b.


Preparare in anticipo la mousse di mele renette: tagliare le mele a tocchetti e metterle in un tegame con lo zucchero e il limone, fare cuocere fino a che le mele diventano morbide, poi frullare il tutto e fare raffreddare.
Preparare la frolla: frullare nel mixer 150 g di burro freddo con la farina, lo zucchero, il sale, l'uovo e i tuorli, uno alla volta. Formare una palla, avvolgetela nella pellicola e trasferitela in frigo per 30 minuti. Stendere la frolla allo spessore di 3-4 mm, ricavate dei dischetti con un tagliapasta e rivestire gli stampini imburrati e infarinati. Coprire le tartellette con carta da forno, riempire con legumi secchi e infornare a 180° per 15 minuti.
Sciogliere 200 g di cioccolato con il burro rimasto e la panna. Fare intiepidire e mettere in frigo per 30 minuti. Una volta freddo montare il composto con delle fruste elettriche.
Fare uno strato di mousse di mele nelle tartellette ormai fredde. Inserire la crema al cioccolato in una sac à poche con beccuccio a stella e fare una cupola alta sopra la mousse, mettere in frigo per 5 ore. Sciogliere il cioccolato rimasto e fatelo intiepidire, immergere le tartellette dalla parte della crema e lasciare solidificare su carta forno.

Credetemi questo pasticcino è una vera delizia, mi è piaciuto molto prepararlo ma soprattutto gustarlo, provatelo sono sicura che vi conquisterà!!!

Con questa ricetta partecipo al contest dell'agriturismo Ca'Versa   


Vi auguro un piacevole fine settimana, alla prossima...Ely...