lunedì 29 aprile 2013

Sformatini di ricotta e verdure

Ciao a tutti, buon lunedì!!! Ma che fine ha fatto la primavera?!?!?! Il mese di aprile è già quasi terminato e a dir la verità, di primavera ne ho vista ben poca, anche nel fine settimana appena trascorso... cielo grigio e pioggia, bastaaaaa!!!
Va beh cambiamo discorso e passiamo alla ricetta di oggi. Vi propongo degli sformatini con  ricotta e verdure: sono morbidosi e saporiti, abbastanza facili da preparare, l'unico problema è riuscire a dare la forma. Vi spiego: il composto viene cotto nello stampo del plumcake, quindi tagliato a fette e con un tagliapasta gli viene data la forma. Nulla vieta che, se non si vuole trafficare troppo, si possa servire semplicemente tagliato a fette, questo non ne compromette certamente la bontà. Mi sembra un modo simpatico di portare in tavola la solita verdura e potrebbe invogliare anche i bambini che di solito non amano mangiarla, magari utilizzando la forma di qualche animaletto. Provatelo, vi lascio la ricetta!!!
Ingredienti:
500 g di patate
200 g di piselli
200 g di carote
200 g di fagiolini
2 uova
200 g di ricotta
50 g di parmigiano grattugiato
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.

Cuocete le patate con la buccia in acqua bollente leggermente salata per 40 minuti. Scolatele, pelatele e passatele nello schiacciapatate.
A parte lessate le carote, i fagiolini e i piselli. Mettete il purè di patate in una terrina, con la ricotta setacciata, il parmigiano, le uova, una presa di sale e una di noce moscata. Quando avrete un composto omogeneo unite i piselli, i fagiolini e le carote a pezzettini.
Regolate di sale e di pepe, versate in uno stampo da plumcake foderato con carta forno imburrata e cuocete in forno per un'ora a 200°.
Togliete il plumcake dal forno, fatelo raffreddare, tagliatelo a fette spesse, quindi ricavate da ogni fetta la forma che preferite aiutandovi con un tagliapasta. Servite e buon appetito!!!
Potete accompagnare questi sformatini con una salsa fatta con della maionese a cui avrete aggiunto qualche granello di pepe verde macinato e un cucchiaino di aneto o di prezzemolo tritato.
Ovviamente a secondo della stagione, si possono sostituire le verdure con altre a piacere ad esempio, zucchine, peperoni, broccoletti e altro!!!
Vi auguro una piacevole settimana, alla prossima...Ely...      

venerdì 26 aprile 2013

Marmorizzata alla ricotta e cacao

Buona giornata a tutti!!! Avete presente quella voglia di qualcosa di buono, di semplice che ogni tanto si accende, quella voglia che ti fa prudere le mani e ti spinge a lasciar perdere qualsiasi cosa stai facendo per metterti a frullare, amalgamare, montare, spolverizzare?!?!?
La voglia irrefrenabile di un dolce genuino, con pochi ingredienti ma buoni, un dolce che sai conquisterà tutti perché soffice e goloso. Certo, mi piace preparare dolci farciti, glassati, decorati per esempio con la pasta di zucchero (come questa), ma sapete cosa vi dico? Per la colazione, per una merenda o per altri momenti coccolosi della giornata non c'è niente di meglio di dolce così....semplice!!!
Ingredienti:
140 g di burro morbido
150 g di farina 00
100 g di fecola di patate
100 g di uova pesate sgusciate
80 g di ricotta
30 g di latte + 2 cucchiai
15 g di cacao
180 g di zucchero a velo
3 cucchiai di maraschino (io amaretto)
1/2 bustina di lievito x dolci
1 pizzico di sale

Sbattere la ricotta con il latte. In una ciotola a parte montare il burro con lo zucchero a velo e il liquore scelto. Unire il composto di ricotta e continuare a montare. Nella massa versare le uova continuando a montare. Setacciare sul composto le farine con il lievito e il sale.
Prelevare 150 g di impasto e unire il cacao e 2 cucchiai di latte. Mescolare bene. Versare l'impasto giallo nello stampo imburrato e infarinato e livellare la superficie.
Versare anche la massa al cacao, poi con una forchetta mescolare le due masse per ottenere l'effetto marmorizzato. Infornare a 175° per 50 minuti, vale comunque la prova stecchino.
Sfornare e dopo 5 minuti, sformare la torta sulla gratella e lasciare raffreddare. Spolverizzare con lo zucchero a velo.
La ricotta conferisce a questa torta una consistenza molto piacevole, provate a gustarla con un bel bicchiere di latte fresco, è una vera delizia!!!
Vi auguro un piacevole e sereno fine settimana, alla prossima...Ely...       

lunedì 22 aprile 2013

Mele in gabbia

Ciao a tutti!!! Il fine settimana appena trascorso è stato grigio, piovoso e purtroppo ancora un po' freddo, comunque per me sono state delle bellissime giornate. Dico questo perché sia sabato che domenica sono stata nel mio solito vivaio e quando entro in quelle fantastiche serre piene, stracolme di fiori anche se fuori il mondo è grigio e diluvia, per me è come se splendesse sempre il sole. Sono finalmente riuscita a comperare i fiori per il balcone e per le aiuole del giardino e devo ammettere, che (come dice mio marito), forse sono un po' troppo pignola e fissata: per me, solo fiori bianchi e rosa. Anche se amo tutti i fiori e di tutti i colori, mi piace accostare solo due colori e trovo che il bianco e il rosa siano particolarmente fini ed eleganti. Quindi (sperando che il tempo me ne dia la possibilità)oggi la giornata sarà dedicata ai trapianti dei fiori nelle cassettine e nelle aiuole. Ora di sera, lo so, sarò stanchissima ma anche pienamente soddisfatta del mio giardino.
Ma veniamo alla ricetta di oggi, è la classica ricetta-riciclo: un po' di pasta sfoglia, mezzo pacchetto di amaretti, delle mele un po' vecchiotte e della marmellata di mele e more homemade. E come tutte le ricette nate così per caso e per necessità, è stata particolarmente apprezzata!!!
Ingredienti:
pasta sfoglia q.b.
mele q.b.
amaretti q.b.
marmellata di mele e more q.b.
1 uovo
zucchero in granella q.b.
1 limone

Stendere la pasta sfoglia sul piano di lavoro, ritagliare dei quadrati che possano contenere comodamente le mele e punzecchiarli con la forchetta. Sbucciare le mele eliminare il torsolo con l'apposito attrezzo e pennellare con il succo di limone per evitare che anneriscano. Sistemare al centro dei quadrati  di sfoglia le mele  e riempire la cavità del torsolo con la confettura amalgamata con gli amaretti sbriciolati. Ripiegare la sfoglia sulla mela racchiudendola completamente. Spennellare le mele rivestite con l'uovo leggermente sbattuto e cospargere di zucchero in granella. Cuocere in forno a 200° per circa 30 minuti abbassando il forno a 180° dopo i primi 10 minuti. Sfornare e fare raffreddare su una gratella.
Come tutte le ricette di questo tipo, non ci sono dosi precise, se avete voglia di provare queste mele sfogliate, andate ad occhio. Potete usare le pere, un altro gusto di marmellata... lasciatevi guidare dal vostro gusto  e dalla vostra dispensa!!!!
Vi auguro una serena settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 19 aprile 2013

Torta di nocciole


Ciao a tutti, buon venerdì!!! Durante la mia ultima vacanza in Piemonte, insieme ad altre prelibatezze della zona, mi sono portata a casa anche delle buonissime nocciole. Dovete sapere che ho un debole per le nocciole e quindi non ho potuto resistere oltre: dovevo preparare assolutamente un dolce in cui poterle gustare.
La scelta è caduta su questa torta che non contiene farina ma solo nocciole, tante, tantissime deliziose nocciole.
Inutile dirvi che è sofficiosa, nocciolosa (non so se si può dire, ma esprime esattamente il concetto), profumatissima e golosissima!!!!
In questo fine settimana che a quanto pare sarà brutto e piovoso, fatevi coccolare da questa deliziosa torta, vi assicuro, ritroverete il sorriso!!!
Ora passiamo alla ricetta!!!




Ingredienti:
300 g di nocciole tostate
4 tuorli
6 albumi
120 g di zucchero
2 dl di panna fresca
1 pizzico di sale
zucchero a velo

Tritare 250 g di nocciole nel mixer fino a ottenere una farina fine e omogenea. Mettere i tuorli in una ciotola con lo zucchero e montarli con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.  Unire la farina di nocciole al composto con gli albumi montati a neve in una ciotola a parte con un pizzico di sale, mescolando dal basso verso l'alto. Versare l'impasto in uno stampo di 20 cm, rivestito con carta forno inumidita e strizzata e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti. Togliere la torta dal forno, fatela riposare 15 minuti, sformatela e lasciatela raffreddare su una gratella. Tagliare la torta a metà e montare la panna con le fruste e dividerla in due parti uguali. Ad una mescolare 30 g di nocciole tritate grossolanamente e spalmatela sulla base del dolce. Ricomporre la torta nella sua forma, decorare con la panna e le nocciole rimaste e spolverizzare di zucchero a velo.



Se anche a voi piacciono le nocciole, dovete assolutamente provare questa torta, ne rimarrete conquistati!!!!


Vi auguro un sereno fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 17 aprile 2013

Muffin con pomodori secchi e olive taggiasche


Ciao a tutti!!! Sembra che la primavera sia finalmente arrivata, anzi a dir la verità sembra che siamo passati direttamente all'estate, visto le temperature di questi giorni. Allora oggi vi propongo una ricetta perfetta per essere gustata all'aperto. Ideale in un picnic, per una colazione al sacco o una scampagnata.
Sono dei saporitissimi muffin con pomodori secchi e olive taggiasche,
io ad essere sincera li ho messi nel cestino della bicicletta e li ho gustati per merenda dopo una bella pedalata nella campagna intorno a casa!!!




Ingredienti:
50 g di pomodori secchi
50 g di olive taggiasche
75 g di farina 00
75 g di farina di farro
1/2 bustina di lievito per torte salate
1/2 limone non trattato
1 uovo
100 ml di latte intero
sale q.b.

Preriscaldate il forno a 180°. Unite in una ciotola gli ingredienti secchi: le due farine, il sale, il lievito, il sale e la buccia del limone grattugiata. Aggiungete anche i pomodori secchi tritati e le olive taggiasche. In una ciotola più piccola mescolate gli ingredienti liquidi: l'uovo leggermente sbattuto e il latte. Versate il latte e l'uovo negli ingredienti secchi e mescolate rapidamente per amalgamarli. Riempite 6 stampini da muffin in carta e cuoceteli in forno caldo per 25 minuti finché saranno leggermente dorati. 

Mi è piaciuta molto l'aggiunta della farina di farro, rende questi muffin un po' più rustici e gustosi!!!
Vi auguro una felice giornata, alla prossima...Ely...     

lunedì 15 aprile 2013

Calamari ripieni di feta e pomodori


Ciao a tutti!!! Il post di oggi è dedicato alla rubrica "tu come cucineresti..." della bravissima e spumeggiante Claudia di My Ricettarium.
Questo mese è capitato a me cercare di riprodurre una delle sue deliziose ricette, per la precisione: "Calamari ripieni di feta e pomodori".
Posso subito dirvi che non è stato facile cucinare una ricetta così semplice e con così pochi ingredienti cercando di non stravolgerla troppo e facendola anche un po' mia allo stesso tempo.
Vi propongo due versioni: la prima è il calamaro ripieno di feta e pomodori squisitamente adagiato su una sfoglia con guarnizione di patate, la seconda versione è un'insalata calda di calamari, feta e patate, servita sempre in una fragrante sfoglia. 
Spero vi piaccia il modo in cui ho elaborato questo piatto che, vi assicuro, è gustosissimo. Vorrei quindi ringraziare Claudia per avermelo fatto conoscere!!!
Ora a voi le ricette!!! 



Prima di passare alla ricetta, vorrei rispondere alle domande di Claudia: 
1) Ti è piaciuta?
Mi è piaciuta tantissimo, fantastica la cremosità del saporito ripieno che esce al taglio del calamaro!!!
2) Hai trovato difficoltà nell'eseguirla?
Purtroppo ho trovato solo dei calamari piuttosto piccoli, quindi la mia difficoltà è stata nel riempirli... ma con un po' di pazienza ci si riesce!!!
3) Motivo di eventuali variazioni o sostituzioni agli ingredienti originali?
Ho sostituito la menta con del basilico, ho aggiunto del pane grattugiato in superficie e proprio per il fatto che erano dei calamari abbastanza piccoli, ho pensato di servirli su delle scodelline di sfoglia arricchite con delle fettine di patate. Quindi togliendo lo stecchino si possono anche mangiare come dei maxi salatini, ad ogni boccone potrete gustare il croccante della sfoglia, la cremosità saporita del ripieno, la morbidezza delle patate e la freschezza dell'insalatina... una vera bontà!!!




Ingredienti:

6 calamari piccoli
2 pomodori
200 g di feta
basilico q.b.
olio evo q.b.
pane grattugiato 
1 rotolo di pasta sfoglia
2 patate medie
insalatina q.b.


Ritagliare dalla sfoglia dei dischi con cui foderare delle formine da tartelletta, ricoprire con uno strato di patate tagliate molto fini, ungere con del burro fuso e salare. Cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti.
In una terrina mescolare la feta schiacciata con la forchetta, i pomodori tagliati a cubetti e il basilico spezzettato.
Pulire i calamari e poi riempirli bene fino in fondo con il ripieno, chiudere con uno stecchino adagiarli in una teglia, cospargerli di pangrattato, unire un filo d'olio e cuocerli in forno caldo a 180° per circa 30 minuti, poi per 5 minuti sotto il grill.
Mettere sulle sfogliatine dell'insalatina e poi sopra adagiare il calamaro.
Decorare con dell'olio al basilico.




Per quanto riguarda l'insalata calda, non ci sono quantità precise, sono andata ad occhio, quindi se volete provare a farla regolatevi secondo il vostro gusto!!!



Ingredienti:
pasta sfoglia q.b.
patate q.b.
pomodori q.b.
feta q.b.
olio evo q.b.
basilico q.b.

Con la sfoglia foderare un piccola teglia da forno e cuocete a 180° per circa 15-20 minuti.
In una teglia mettere i calamari tagliati a rondelle, i pomodori a cubetti, la feta e le patate tagliate a tocchetti. Unire un po' di olio e cuocere in forno a 180-190° per circa 20- 30 minuti o fino a quando sentirete il calamaro tenero.
Sfornare e aggiungere il basilico spezzettato e versare il tutto dentro la sfoglia.
Aggiungere della feta a pezzettini sulla superficie.


Grazie ancora a Claudia, buon inizio settimana a tutti, alla prossima...Ely...   

venerdì 12 aprile 2013

Sfogliatine ai carciofi e prosciutto di Praga


Ciao a tutti, buon venerdì!!! Eccomi di ritorno da una mini, ma proprio mini vacanza in Piemonte precisamente ad Acqui Terme, Alba e tutta la zona delle Langhe.
Posti bellissimi, ottimi vini (anche se io sono quasi astemia, ma il marito no), cibo favoloso (ho mangiato un brasato al barolo da far resuscitare i morti), insomma, pochi giorni ma vissuti intensamente e godendo delle bellezze e della gastronomia di questa stupenda regione.
Ovviamente ho fatto anche degli acquisti: qualche bottiglia di vino, le nocciole del Piemonte IGP(che finiranno prossimamente in qualche goloso dolce), del Castelmagno,  una confezione di Tajarin tagliati a mano e  una salsa al tartufo. Questo è il mio bottino di questi favolosi giorni piemontesi!!!
Passiamo alla ricetta di oggi: sono delle semplicissime sfogliatine nate dalla necessità di consumare dei carciofi che stazionavano da qualche giorno in frigo, con l'aggiunta di dadini di prosciutto di Praga, il tutto racchiuso da una croccante sfoglia. E per non farci mancare niente, avevo anche delle fettine di lardo che ho adagiato sopra alle sfogliatine una volta cotte. Semplicemente gustose!!!   



Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
2 carciofi
150 g di prosciutto di Praga in una sola fetta
olio q.b.
2 uova
panna q.b.
sale e pepe q.b.
qualche fettina di lardo

Pulire i carciofi togliendo l'eventuale barba, tagliarli a spicchi e farli saltare in padella con un po' di olio, salare pepare. 
Tagliare a dadini il prosciutto di Praga. 
Mettere sul fondo delle formine da tartelletta i carciofi, unire i dadini di prosciutto e qualche cucchiaio di uovo leggermente sbattuto con un po' di sale e pepe e un pochino di panna. 
Ricavare dalla sfoglia dei cerchi del diametro delle formine e ricoprire i carciofi e il prosciutto, spennellare con l'uovo e cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti. 
Sformare e gustare tiepide o fredde.


Queste sfogliatine o mini tatin, sono ideali anche per essere gustate all'aperto,
in un picnic, o durante una bella scampagnata!!!  
Vi auguro un felice fine settimana, alla prossima...Ely...   

lunedì 8 aprile 2013

Torta Luisa


Ciao a tutti, buon lunedì!!! Oggi voglio raccontarvi la storia di questa torta:
C'era una volta... no dai scherzavo!!!
Tanto tempo fa... ok, ok faccio la seria!!!
Ricordo ancora la prima volta in cui andai a pranzo da quelli che poi sarebbero diventati i miei suoceri.  Ho ben chiaro in mente il menù di quel giorno: lasagne verdi (in Emilia, le lasagne sono rigorosamente fatte con la pasta verde), coniglio arrosto con patate 
e la torta Luisa.
Mi innamorai immediatamente di questa torta e subito chiesi perché si chiamasse in quel modo: mi fu spiegato che quella era la torta che veniva portata in tavola nelle grandi occasioni e che Luisa era il nome di una vecchia zia che l'aveva "inventata".   
Ovviamente la feci subito mia: è la torta di famiglia e sempre lo sarà, la torta che ogni tanto abbiamo voglia di mangiare, la torta che ogni volta che assaggiamo ci fa venire in mente bellissimi ricordi, la torta che viene sempre buona!!!   
Ed è per questo che l'ho scelta per partecipare al Giveaway della dolcissima Valentina, perché è la torta che più mi rappresenta, la mia torta dei ricordi!!!   



Ingredienti:
300 g di farina 00
150 g di burro
100 g di zucchero
1 uovo
2 tuorli
1 limone non trattato
per il ripieno:
1 mela 
1 banana
amaretti q.b.
marsala q.b.
zucchero a velo q.b.

Con la farina, il burro, lo zucchero, le uova e la scorza del limone grattugiata, formare una pasta e farla riposare in frigorifero almeno 30 minuti (potete usare anche la frolla che preparate solitamente).
Stendere la pasta in due dischi uno più grande dell'altro.
Con il disco più grande foderare una teglia per crostate, con i rebbi della forchetta bucherellare il fondo.
Sbucciare la mela e tagliarla a dadini e metterla in uno strato sulla pasta, a questo punto fare uno strato anche con la banana tagliata a rondelle.
Mettere il marsala in una fondina e inzupparvi leggermente gli amaretti e fare uno strato ben distribuito sulla frutta. Riempire per bene tutta la teglia.
Ricoprire con l'altro disco di pasta e fare combaciare bene i bordi.
Cuocere in forno già caldo a 170° per circa 30 minuti.
Sfornare e fare raffreddare su una gratella. Spolverizzare di zucchero a velo vanigliato.  
Sono sicura che è una torta che saprà conquistarvi, è semplice ma gustosa e poi secondo me con tutte quelle gobbettine è anche carina, non vi pare?!?!?   
Con questa ricetta, partecipo al Giveaway di Valentina di La ricetta che Vale.

Buona settimana, alla prossima...Ely...

venerdì 5 aprile 2013

Crème brulé al parmigiano Reggiano


Buongiorno a tutti!!! Eccoci arrivati finalmente a venerdì, un altro fine settimana ci attende. Non so che cosa dicono le previsioni per i prossimi giorni, spero solo di poter godere di giornate soleggiate e tiepide. Ho rimesso in pista la bicicletta, dopo che è rimasta nella casetta che ho in giardino tutto inverno: l'ho spolverata, ho gonfiato le ruote... insomma è pronta per essere usata, ho proprio voglia di fare una bella pedalata, 
mah chissà, spero di poterla usare?!?!
La ricetta di oggi è una crème brulé fatta con il parmigiano Reggiano, secondo me particolarmente originale da portare in tavola e anche molto gustosa. 
Prendete nota degli ingredienti e provatela, vi piacerà!!!




Ingredienti:
4 dl di panna fresca
3 tuorli
40 g di parmigiano reggiano
noce moscata q.b.
sale e pepe q.b.
erba cipollina q.b.

Versare la panna in un pentolino e portare al limite dell'ebollizione.
Spegnere, salare, pepare, unire un pizzico di noce moscata grattugiata e lasciare intiepidire.
Intanto in una ciotola montare i tuorli con la frusta per 3-4 minuti, finchè saranno gonfi e spumosi. incorporare a filo il composto di panna con la frusta.
Aggiungere al composto di uova e panna il parmigiano grattugiato e l'erba cipollina tagliuzzata. Suddividere il composto in 4 cocottine.
Trasferite nel forno già caldo a 120° e cuocere per 35-40 minuti.
Negli ultimi minuti accendete il grill, così da far colorire la superficie della crema.




Prima di gustare queste crème brulé, lasciatele riposare almeno 10 minuti.
Io le ho accompagnate con del pancarré tagliato a strisce e leggermente abbrustolito.


Buon fine settimana a tutti, alla prossima...Ely...      

martedì 2 aprile 2013

Torta al mascarpone


Ciao a tutti!!! E anche la Pasqua è passata. Nonostante il tempo, ho passato delle bellissime giornate in compagnia della mia famiglia. Abbiamo mangiato tanto e bene e per pasquetta ho preparato questa torta, che mi sembrava carino presentare a forma di colomba. D'altra parte avevo comperato lo stampo sperando di riuscire a preparare la "vera" colomba, ma niente da fare, non sono riuscita e allora... l'ho utilizzato per la ricetta di questa deliziosa torta al mascarpone e gocce di cioccolato. Per farla assomigliare ancora di più alla colomba, l'ho arricchita con una glassa all'amaretto e mandorle. E' piaciuta molto, morbida e soffice all'interno e croccantina all'esterno, una vera delizia!!!   




Ingredienti:
500 g di mascarpone
300 g di farina 00
250 g di zucchero semolato
4 uova
1 bustina di lievito x torte
gocce di cioccolato
1 pizzico di sale
per la glassa:
2 albumi
zucchero semolato q.b.
amaretti q.b.
mandorle q.b.
granella di zucchero q.b.

Montare molto bene le uova con lo zucchero, unire il mascarpone cercando di non smontare le uova. A questo punto, unire la farina setacciata insieme al lievito e al pizzico di sale. 
Aggiungere le gocce di cioccolato e amalgamare bene, versare nella teglia.
Preparare la glassa: unire gli albumi, lo zucchero semolato e gli amaretti sbriciolati sino ad ottenere una crema che si possa spalmare sulla superficie della torta.
Decorare con mandorle con la buccia e granella di zucchero.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 45-50 minuti.




E' una torta molto facile e veloce da preparare, al posto delle gocce di cioccolato si possono utilizzare dei canditi oppure dell'uvetta. La glassa si può omettere o sostituire perché no con una golosa colata di cioccolato!!!


Buona giornata, alla prossima...Ely...