venerdì 29 marzo 2013

Ciambelline di Angelica ai canditi


Ciao a tutti, buon venerdì!!! Eccoci arrivati a Pasqua, probabilmente con questo tempo, non 
riusciremo a passarla all'aperto, va beh vorrà dire che cercheremo di divertirci e di passare una bella giornata anche se tappati in casa.
Quest'anno non avrò il piacere di avere la compagnia di mia sorella, che come sapete vive in 
Francia, ma avrò lo stesso un bel da fare, con il menù 
che ho pensato per il giorno di Pasqua. Ma sono un indecisa cronica e può darsi che all'ultimo questo menù subisca delle variazioni, anzi senza può darsi, sicuramente cambierò qualcosa!!!
Oggi vi lascio la ricetta di queste deliziose ciambelline ai canditi, le ho accompagnate con delle uova di cioccolato!!!



Ingredienti:

535 g di farina manitoba
13 g di lievito di birra
75 g di zucchero
120 g di latte
3 tuorli
120 g di burro
sale q.b.
per la farcitura:
75 g di cedro candito 
75 g di scorza d'rancia candita (io 50 di cedro 70 di scorza d'arancia e 30 di mirtilli)
50 g di burro fuso
zucchero a velo vanigliato q.b.


Mettere il lievito in una ciotola con 75 g di acqua tiepida, unire 135 g di farina, amalgamare e fare riposare il lievitino per 30 minuti. Setacciare la farina, unire lo zucchero, il sale, il latte tiepido, i tuorli e il burro fuso, lavorare gli ingredienti, aggiungere il lievitino e continuare a lavorare la pasta, poi farla lievitare per 2 ore. Dividere la pasta in 12 parti e senza lavorarli, stenderle in sottili rettangoli, mettere sopra ognuno i canditi, avvolgere la pasta su se stessa dal lato più lungo e formare dei rotolini, tagliarli in due nel senso della lunghezza e intrecciare i due pezzi lasciando la parte tagliata in alto.Chiudere le estremità per ottenere delle ciambelle, sigillarle e mettere al centro delle palline fatte con dell'alluminio così che in cottura rimanga il foro centrale. Spennellare la pasta con il burro fuso e lasciare lievitare i dolci per 40 minuti poi cuocerli in forno caldo a 200 ° per 10 minuti, poi coprirli e proseguire la cottura per altri 10 minuti. Sfornarli e lasciarli raffreddare su una gratella, spolverizzare di zucchero a velo vanigliato.

Auguro a tutti una felice e serena S. Pasqua !!! 

Alla prossima...Ely...       

mercoledì 27 marzo 2013

Strudel di pane, champignon e speck


Ciao a tutti, buon mercoledì!!! Fa freddo e io non ne posso più di
questo tempo, di questa umidità che ti penetra fin dentro le ossa. Purtroppo ne avremo ancora per diversi giorni, non credo riusciremo a fare scampagnate e picnic per Pasqua!!!
Comunque io vi propongo una ricetta che si presta benissimo per essere 
gustata anche all'aperto, già affettata e incartata a dovere entra a pieno diritto 
tra le prelibatezze da inserire nel cesto del picnic (per chi riesce a farlo).
Uno strudel di pasta di pane ancora più gustosa perché contiene il formaggio,
è una ricetta saporita e golosa, provatela vi soddisferà!!!      


Ingredienti:
250 g di farina 00
20 g di lievito di birra
50 g di pecorino grattugiato (o parmigiano)
1 uovo
2 cucchiai di olio evo
600 g di funghi champignon
80 g di speck
120 g di gruyère
1 scalogno
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe q.b.
semi di sesamo q.b.


Sciogliete il lievito in 1 dl di acqua tiepida, lavorate la farina con l'olio, il sale e il pepe   
unite il lievito e lavorate per 5 minuti. Sbattete l'uovo con il pecorino  e incorporate al composto, amalgamate bene, formate una palla e fate lievitare per 1 ora.  
Tritate lo scalogno e soffriggetelo in un tegame con un filo d'olio, unite gli champignon ben puliti e affettati nel senso della lunghezza, salate, pepate e fate appassire per una decina di minuti, eliminando quasi tutto il liquido di vegetazione dei funghi.
Insaporite con una manciata di prezzemolo tritato, togliete i funghi dal fuoco e fate intiepidire.
Stendete la pasta da pane con il mattarello in un rettangolo spesso pochi mm, cospargetela con i funghi , lo speck tritato e il formaggio a dadini, lasciando un bordo libero di 2-3 cm.
Arrotolate la pasta partendo dal lato più lungo, sigillate bene lo strudel e trasferitelo su una placca rivestita di carta forno, spennellate la superficie con un po' di olio e spolverizzate di semi di sesamo.
Cuocete in forno caldo a 200° per 25 minuti.                

Di solito queste preparazioni si mangiano fredde, ma vi assicuro 
che se avete la possibilità, gustatelo tiepido, quando il formaggio è ancora filante 
e cremoso...da leccarsi i baffi!!!


Vi saluto, vi auguro una buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 25 marzo 2013

Pastiera...la mia


Ciao a tutti, buon lunedì!!! Purtroppo questa settimana avremo ancora pioggia e freddo!!!
Allora questa primavera vuole arrivare sì o no?!?!?!
Per quanto riguarda la ricetta di oggi, vi dico subito che non sono e non ho origini napoletane ma adoro la pastiera
e ogni anno, la domenica delle palme sulla mia tavola non manca mai.
So che di ricette di questo dolce ce ne sono tante e che ogni famiglia 
ha la sua versione, io è diversi anni che preparo questa, ormai è diventata la
nostra pastiera, a noi piace così.
Quindi con piacere vi offro un mazzettino di violette del mio giardino e una fetta di questo profumatissimo e gustosissimo
dolce, vi lascio la mia ricetta!!!



Ingredienti:
300 g di farina 00
150 g di burro
1 uovo
2 tuorli
100 di zucchero
1 limone non trattato
220 g di grano cotto
350 g di ricotta
210 g di zucchero a velo
1 dl di latte
3 uova
70 g di cedro e ciliegie candite
2 cucchiai di acqua di fiori d'arancio
zucchero vanigliato q.b.

Con la farina, lo zucchero, le uova, il burro e la scorza del limone grattugiata,
preparare la frolla e metterla in frigorifero per almeno 30 minuti.
Bollire il latte con una fettina di scorza di limone, aggiungere il grano cotto, mescolare
e cuocere finché il latte sarà completamente assorbito.
Spegnete, eliminate la scorza di limone e lasciate raffreddare.
Lavorate la ricotta a crema con lo zucchero a velo, unite 3 tuorli, l'acqua di fiori d'arancio,
la scorza grattugiata di 1/2 limone, il cedro e le ciliegie a cubetti, il composto di grano 
e per ultimi 2 albumi montati a neve.
Imburrate uno stampo da 24 cm, stendetevi la pasta frolla e rifilate i bordi,
riempitela con il composto di grano e, con i ritagli di frolla, formare una grata
in superficie. Mettere la pastiera in forno a 180° e cuocete per un'ora, finché la superficie 
sarà dorata. Lasciate raffreddare la torta e spolverizzatela di zucchero vanigliato.




Per gustare al meglio questo dolce, vi consiglio di prepararlo almeno il giorno prima.
Dopo qualche giorno è ancora più buono!!!




A questo punto vorrei ringraziare Consuelo di I biscotti della zia  e la dolcissima Carmen di Chiacchiere in cucina per avermi assegnato 
questo premio. Ed io, scusate ma non riesco a scegliere, quindi come sempre lo dedico a tutte voi che mi seguite con tanto affetto.
Consuelo, Carmen, vi ringrazio di cuore per aver pensato a me!!!

Vi auguro una felice settimana, alla prossima...Ely...             

venerdì 22 marzo 2013

Panini dolci al latte di cocco


Ciao a tutti!!! Anche la ricetta di questi panini dolci è tratta dal solito libro 
sulla macchina del pane acquistato qualche tempo fa in 
montagna. Sto provando piano piano tutte le ricette che contiene e devo dire che sono tutte particolari e di facile riuscita. 
Quelli di oggi, hanno una forma carinissima, non sono troppo dolci e particolarmente adatti  per la prima colazione magari spalmati con della marmellata o della crema al cioccolato.
Quindi tiratevi su le maniche, provate questi panini perché vi piaceranno, ne sono sicura!!!



Ingredienti:
115 ml di latte di cocco
115 ml di latte fresco intero
1 uovo
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
450 g di farina 00
25 g di cocco essiccato
1/2 cucchiaino si sale
50 g di zucchero semolato
40 g di burro
1 cucchiaino di lievito secco
25 g di burro fuso
2 cucchiai di zucchero di canna

Versare il latte di cocco, il latte, l'uovo e l'essenza di vaniglia nel cestello della MDP.
Spolverizzare di farina, poi cospargere con il cocco, assicurandovi che il liquido ne venga completamente ricoperto.
Aggiungere il sale, lo zucchero e il burro, mettendoli in angoli separati del cestello.
Praticate un leggero incavo al centro della farina (ma senza arrivare fino al liquido) e aggiungete il lievito.
Impostate la macchina sulla funzione solo impasto e fate partire.
Una volta terminato il ciclo di impasto e la prima lievitazione, togliete la pasta dal cestello e mettetela su una superficie infarinata.
Dividete l'impasto in dodici parti uguali, prendete un pezzo d'impasto, arrotolatelo sino a dargli la forma di una corda lunga circa 38 cm.
Avvolgete la corda in una spirale lenta e mettetela in una placca da forno piegando le estremità all'ingiù per sigillarla.
Ripetete lo stesso procedimento con gli altri pezzi di pasta, mettendo le spirali sulla
placca ben distanziate tra loro.
Coprite con pellicola trasparente unta d'olio e lasciate lievitare in luogo caldo per circa 30 minuti o finché non hanno raddoppiato le loro dimensioni.
Preriscaldate il forno a 200°
Spennellate i panini con il burro fuso e cospargeteli di zucchero di canna.
Cuoceteli in forno per 12-15 minuti o finché non sono diventati dorati. Metteteli a raffreddare su una griglia.




Questi panini a forma di spirale hanno un leggero sapore di cocco, serviti leggermente caldi con burro e marmellata sono irresistibili!!!


Vi auguro un sereno e speriamo soleggiato fine settimana, alla prossima...Ely...    

martedì 19 marzo 2013

Panna cotta con arance sciroppate


Ciao a tutti!!! Un fine settimana con ospiti in casa e un lunedì pieno di 
impegni e appuntamenti, non mi hanno lasciato il tempo di preparare il post
che di solito pubblico il lunedì.
Poco male: questa deliziosa panna cotta ve la propongo oggi. La panna cotta è un dolce al cucchiaio che adoro, si può accompagnare con tantissime salse: di frutta, al cioccolato,
con caramello... insomma ce n'è per tutti i gusti.
Questa volta ho pensato di abbinarla alle arance, che sono ancora buone ma che fra un po'
spariranno dalle nostre tavole, quindi voglio approfittarne più che posso.
Eccovi la mia ricetta!!!      

Ingredienti: x 8 stampini
300 g di latte intero fresco
600 g di panna fresca
120 g di zucchero
1/2 bacca di vaniglia
15 g di colla di pesce
1 arancia
zucchero a velo q.b.
la punta di un cucchiaino di fecola di patate     

Ponete la colla di pesce ad ammollare nell'acqua fredda per 10 minuti.
In una casseruola versate il latte, la panna e i semi della bacca di vaniglia. Aggiungete lo zucchero e portate a bollore.
Allontanate dal fuoco e unite la colla di pesce ben strizzata.
Mescolate il composto, poi passatelo nel colino a maglia fine. Lasciate intiepidire.
nel frattempo pennellate gli stampi con l'olio di mandorle e riempite con la panna cotta.
ponete gli stampini in frigorifero per almeno 6-8 ore.
Pelate a vivo l'arancia e raccogliete più succo possibile strizzando bene.
Ponete tutto sul fuoco e aggiungete qualche cucchiaio di zucchero a velo.
Sciogliete la punta di un cucchiaino  di fecola di patate in un po' di acqua fredda e aggiungetela alle arance, fatte addensare la salsa.
Sformate la panna cotta e guarnitela con le arance sciroppate. 
    
Vi auguro una buona giornata, alla prossima...Ely...       

venerdì 15 marzo 2013

Muffin variegati al caffè


Ciao a tutti!!! Un altro fine settimana ci attende e speriamo non sia all'insegna
del brutto tempo. Ci sono un sacco di lavori da fare in giardino, ma questo tempo non ce ne dà ancora la possibilità.
Come ogni venerdì vi offro un dolcino: dei semplicissimi muffin variegati al caffè.
Perfetti per la colazione, per accompagnare un tazza di tè oppure gustati come
abbiamo fatto noi dopo cena, comodamente sdraiati sul divano guardando un bel film.
La ricetta, come per tutti i muffin, è - oserei dire - di una semplicità disarmante!!!




Ingredienti:
160 g di farina 00
70 g di zucchero
1 uovo
100 ml di yogurt
1 cucchiaio di cacao
1 cucchiaino di caffè solubile
1/2 cucchiaino di lievito x dolci
1 pizzico di sale

Setacciate 150 g di farina con il lievito e, con quella rimasta, infarinate uno stampo
da 6 muffin, dopo averlo imburrato.
Unite alla farina un pizzico di sale e lo zucchero, fate la fontana e nel centro 
riunite l'uovo e lo yogurt, mescolateli per amalgamarli in modo omogeneo.
Dividete il composto in parti uguali in due ciotole. A una unite il cacao e il caffè
solubile, fatto sciogliere in 2 cucchiai di acqua calda.
Distribuite i due composti nelle cavità dello stampo alternandoli, quindi con uno
stecco mescolate leggermente il composto in modo da creare delle striature.
Infornate a 170° per circa 20 minuti.


   
Io ho voluto proporveli così, al naturale, ma ovviamente se volete renderli ancora più golosi, si possono decorare, con 
del semplice zucchero a velo o con della glassa magari al caffè o al cioccolato.



Vi auguro un felice e sereno fine settimana, alla prossima...Ely...                  

mercoledì 13 marzo 2013

Fagottini al cotechino con fonduta


Ciao a tutti!!! Oggi mercoledì ricetta salata, una ricetta sfiziosa, con un ingrediente
che solitamente viene usato molto nel periodo delle feste natalizie e poi
non so perché viene un po' dimenticato. Parlo del cotechino, un prodotto che adoro e
che si presta a diverse preparazioni. La ricetta di oggi è facile da preparare,
gustosissima e secondo me anche molto carina da portare in tavola. 
Questi fagottini, possono essere serviti come antipasto, se il resto del menù non è troppo 
pesante, oppure come secondo piatto accompagnati magari da una fresca insalata.
Provateli, vi piaceranno sicuramente!!!!




Ingredienti:
1 cotechino da 500 g
120 g di farina
2 uova
40 g di burro
1 bicchiere di latte
1 porro
Per la fonduta:
200 g di fontina
20 g di burro
2 tuorli
1/2 bicchiere di latte
pepe q.b.

Bucate la pelle del cotechino, avvolgetelo in un telo e lessatelo per 1 ora e 30 minuti
con acqua soltanto fremente. Spellatelo, asciugatelo, tagliatelo a cubetti e 
tritateli grossolanamente.
Nel frattempo preparate la pastella per le crépes: mescolate la farina setacciata
con il latte, unite le uova amalgamando con la frusta e fate riposare per 30 minuti.
Ungete un padellino con pochissimo burro, versatevi 2 mestolini di crema e
preparate le crépes.
Per la fonduta lasciate la fontina a bagno nel latte per 40 minuti, quindi fate 
sciogliere il burro a bagnomaria, unite il formaggio e metà del latte e fate
fondere fino a quando inizia a filare.
Aggiungete i tuorli e amalgamate a fuoco lento mescolando. Al termine pepate.
Staccate le foglie verdi dei porri, sbollentatele e tagliatele a strisce per il lungo.
Adagiate le crépes sul tagliere e sistemate al centro un po' di
cotechino, bagnate con la fonduta e richiudete a fagottino aiutandovi con 
le strisce di porro.
Scaldate per 5 minuti in forno e servite.


Vi auguro una buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 11 marzo 2013

Mini Pie all'ananas e uvetta


Ciao a tutti, buon lunedì!!! Purtroppo il tempo di questi giorni non ci fa
di certo pensare che si sta avvicinando la tanto agognata primavera.
Vorrei e avrei mille cose da fare, ma in questo periodo mi riesce difficile trovare lo stimolo
per iniziare tutti i progetti e i lavori che mi sono prefissata.
Lo stimolo per sfornare dolci, quello però non mi manca mai, come queste mini pie ripiene con una marmellata di ananas e uvetta fatta da me. Un dolce semplice, senza pretese ma delizioso e con tanto gusto. Eccovi la ricetta!!!                




Ingredienti:
300 g di farina 00
150 g di burro
1 uovo
2 tuorli
100 g di zucchero
1 limone non trattato
marmellata di ananas e uvetta q.b. (home made)
pinoli per decorare

Impastate farina, zucchero, burro, la scorza grattugiata del limone e le uova  formando una pasta omogenea, 
potete fare a mano, o mettere tutto in un mixer. Avvolgete la pasta nella pellicola e riponetela in frigorifero per almeno 30 minuti.
Su un piano di lavoro, stendete la pasta e ricavate dei cerchi un po' più grandi degli
stampi che decidete di usare per fare le pie. Foderate gli stampini e bucherellate il fondo
con i rebbi di una forchetta e riempite con la marmellata. Io ho usato quella preparata da me all'ananas e uvetta.
Ricoprite la marmellata con un disco di pasta frolla, oppure potete usare un tagliapasta 
della forma che più vi piace e ricoprire la pasta lasciando un foro al centro.
Infornate a 180° per circa 25-30 minuti, sfornate e poi fate raffreddare su una gratella.

Vi ho già detto in altre occasioni che ho una sorella che vive in Francia e che
purtroppo non vedo spesso, oggi è il suo compleanno, quindi vorrei farle 
gli auguri anche attraverso questo mio piccolo spazio, quindi...
BON ANNIVERSAIRE...Ivana...    
Vi auguro una felice settimana, alla prossima...Ely...    

venerdì 8 marzo 2013

Cupcake Mimosa


Ciao a tutti!!! Oggi vorrei dedicare questi cupcake a tutte le donne.
Non mi piace definire questa data "festa" della donna, ma 
"giornata internazionale della donna".
Oggi come oggi, ha perso molto del suo vero significato, trasformandosi in una
ricorrenza dai caratteri prettamente commerciali.
E' una giornata dedicata al ricordo, a mantenere viva la memoria storica sulle conquiste
sociali e politiche delle donne e a porre l'attenzione sulle discriminazioni, sulle violenze e sugli abusi subiti dalle donne.
Quindi festeggiamo l'8 marzo, ma senza dimenticarne il motivo!!!
Detto questo, ho pensato di modernizzare un po' la solita torta mimosa, facendo dei cupcake, secondo me deliziosi e vi assicuro anche golosi. 
Al posto della mimosa ho pensato a delle bellissime primule, le preferisco!!! 
Ecco a voi la ricetta!!!


Ingredienti:
150 g di farina 00
70 g di zucchero semolato
1 uovo
40 g di burro
60 g di yogurt
1 limone non trattato
1/2 cucchiaino di lievito x dolci
Per la crema pasticcera al cioccolato:
250 g di latte intero
2 tuorli
65 g di zucchero
25 g di maizena
scorza di limone
1 baccello di vaniglia
cioccolato fondente q.b.
Per decorare:
panna fresca
zucchero q.b.
un pizzico di polvere di zafferano
confettini colorati

Lavate e asciugate il limone e grattugiatene la scorza, avendo cura di prelevare
solo la parte gialla. Ammorbidite il burro a temperatura ambiente, trasferitelo in una
ciotola e lavoratelo a crema con lo zucchero semolato.
Incorporatevi quindi l'uovo, lo yogurt, la scorza di limone e infine la farina 
setacciata con il lievito.
Adagiate 6 pirottini di carta nelle apposite cavità di uno stampo e versatevi il composto
con molta cura. Cuocete in forno preriscaldato a 170° per 25 minuti.
Lasciate raffreddare, su una gratella.
Preparate la crema pasticcera: scaldate il latte con una parte dello zucchero, 
la scorza del limone e la bacca di vaniglia.
In una terrina sbattete leggermente le uova con il restante zucchero, unire la
maizena e quando il latte è caldo unire il tutto.
Fare cuocere la crema continuando a mescolare sino alla giusta consistenza, togliere
dal fuoco e unire il cioccolato precedentemente ridotto a scaglie (la dose dipende se vi piace più o meno cioccolatosa) e mescolare molto bene
per farlo sciogliere. Versare la crema in una terrina e coprire con della pellicola a contatto e fare raffreddare.
Una volta che i cupcake si sono raffreddati, tagliate leggermente la calotta e
svuotateli un pochino.
Sbriciolate le parti che avete tolto e tenete da parte. Montate la panna con un po' 
di zucchero e coloratela leggermente con dello zafferano.
Assemblate il dolce inserendo con una sac à poche la crema pasticcera nell'incavo
che avete fatto nei cupcake, decorateli con la panna montata e ricoprite con le briciole, infine abbellite con dei confettini colorati.

Vi auguro un felice fine settimana, alla prossima...Ely...

mercoledì 6 marzo 2013

Bensone Modenese


Ciao a tutti!!! Continuando sulla scia del post precedente, oggi vi propongo
un'altra una ricetta emiliana, precisamente di Modena.
E' un dolce della tradizione, che forse oggi non si usa più tanto ed è un peccato
perché è un dolce buonissimo, adatto alla colazione, accompagnato da un delizioso tè
o da una profumata cioccolata. Si può preparare classico 
oppure ripieno di nutella o marmellata come ho fatto io.
E' semplicissimo e vi assicuro vi conquisterà, provatelo vi lascio la mia ricetta!!!




Ingredienti:
350 g di farina 00
150 g di fecola di patate
1 bustina di lievito x dolci
150 g di zucchero
100 g di burro morbido
3 uova
latte q.b.
1 limone non trattato
1 pizzico di sale
granella di zucchero q.b.
marmellata (io di ciliegie) q.b.

Setacciare la farina, la fecola e il lievito, unire un pizzico di sale, la scorza del limone
e lo zucchero. Mettere in planetaria e unire il burro 
morbido a pezzetti e poi le uova leggermente sbattute, lasciandone un po' per pennellare.
Fare lavorare la macchina e unire del latte poco alla volta fino ad ottenere
una pasta morbida ma lavorabile.
Dividere in due la pasta e formare dei rotoli che sagomerete a forma di grossa Esse,
oppure una parte della pasta potete stenderla delicatamente e farcirla con della
nutella o della marmellata, arrotolate.
Spennellate con l'uovo rimasto e coprite con della granella di zucchero.
Cuocete in forno a 180° per circa 40 minuti.



E' un dolce che in cottura si allarga parecchio, quindi potete dividere la pasta anche 
in tre e fare più farciture, in una biscottiera si mantiene benissimo per diversi giorni.


Vi auguro una buona giornata, alla prossima...Ely...

lunedì 4 marzo 2013

Sfogliata con mortadella e tosone


Ciao a tutti, buon lunedì!!! Sono sicura che molti di voi si staranno chiedendo
che cosa è il Tosone. Chi è emiliano certamente sa di cosa sto parlando, 
per gli altri....Il Tosone è un formaggio fresco a pasta cotta che deriva 
dalla rifilatura delle forme di Parmigiano Reggiano effettuata prima della
salatura per eliminare la pasta di formaggio eccedente dalle fascere.
Si presenta in forma di listarelle di lunghezza e spessore variabili, privo di
crosta, di colore paglierino e di pasta tenera.
Solitamente quando vado in Emilia a trovare mia suocera, vado al caseificio
a comperare il parmigiano e mi regalano delle freschissime ricotte
(ancora calde) o il tosone.
Questa volta ho pensato di utilizzarlo insieme alla mortadella, per fare una gustosissima sfogliata. Ovviamente in questo tipo di ricette le dosi sono quasi tutte q.b!!!
Eccovi la ricetta!!!


Ingredienti: 
1 rotolo di pasta sfoglia
100 g di mortadella
formaggio tosone q.b.
olive verdi q.b.
carciofini sott'olio q.b.
2 uova
panna q.b.
erba cipollina q.b.

Rivestire una teglia da forno con la pasta sfoglia, ricoprire il fondo con la
mortadella, il tosone tagliato a cubetti, i carciofini e le olive.
Rompere le uova in una terrina sbatterle con un po' di panna, salare, pepare, 
unire dell'erba cipollina tagliata con le forbici e versare il tutto nella tortiera.
Cuocere in forno a 180° per circa 25-30 minuti.




Dall'Emilia-Romagna due prodotti, la mortadella e il tosone, che insieme 
hanno fatto di questa sfogliata una vera bontà!!!



Vi auguro una buona settimana, alla prossima...Ely...  
 

venerdì 1 marzo 2013

Trecce alle mandorle


Ciao a tutti!!! E finalmente anche febbraio se ne è andato!!! Adoro questi
mesi dell'anno, mi piace assistere al lento risveglio della natura, 
le giornate si allungano e si intiepidiscono, almeno lo spero tanto!!!
Spero davvero di poter godere di una bella primavera!!!
La ricetta di queste trecce è presa dal mio libro sulla macchina del pane, quindi l'impasto è fatto nel cestello e poi come sempre formato a mano. Non sono come le brioches sfogliate,
sono praticamente dei panini non troppo dolci, con un delizioso aroma di mandorla, molto particolari!!! Vi lascio con la ricetta!!!!

 
Ingredienti:
90 ml di acqua
1 uovo
60 ml di liquore all'amaretto
350 g di farina bianca
30 ml di latte scremato (o latte fresco)
40 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di sale
50 g di burro
1 1/2 di lievito granulare
115 g di granella di mandorle
50 g di zucchero a velo
2-3 gocce di essenza di mandorla
1 uovo, con l'albume separato dal tuorlo
mandorle a scaglie per guarnire

Versare nel cestello della MDP l'acqua, l'uovo, il latte (se usate quello fresco) e l'amaretto.
Spolverizzare di farina, assicurandovi che copra il liquido. Aggiungete il latte (se usate quello in polvere).
Se usate il latte fresco, probabilmente dovrete aggiungere un po' più di farina.
Mettete lo zucchero, il sale e il burro in angoli separati del cestello. Praticate un leggero incavo al centro della farina (ma senza arrivare sino al liquido) e versatevi il lievito granulare.
Regolate la macchina per il programma solo impasto e avviate.
Preparate il ripieno: mescolate in una ciotola la granella di mandorle con lo zucchero
a velo, l'essenza di mandorla, l'albume e 3 cucchiaini di acqua e mettete da parte.
In una ciotola a parte sbattete il tuorlo con 2 cucchiaini di acqua.
Terminato il ciclo di impasto e la prima lievitatura, stendere l'mpasto sino ad ottenere un rettangolo di 46x23 cm. Tagliate il rettangolo a metà nel senso della lunghezza,
ottenendo 2 quadrati di 23 cm.
Spalmate il ripieno su uno dei due quadrati coprendolo completamente. Spennellate con il composto di tuorlo l'altro quadrato e mettetelo sopra al primo con il lato spennellato
d'uovo che poggia sul ripieno.
Tagliate 9 striscie, ognuna larga 2,5 cm, arrotolatela su se stessa e chiudetela alle estremità.
Lasciate lievitare le trecce in luogo caldo per circa 30 minuti. Spennellate il restante uovo sulle trecce, spolverizzate di granella di mandorle e cuocete in forno
a 200° per 12-15 minuti. Mettete a raffreddare su una griglia.

 Se vi piacciono le mandorle, adorerete questi dolcetti. Il liquore all'amaretto
e le mandorle a scaglie, danno vita ad una delizia!!!


Mi fa piacere ricevere di nuovo, questa volta dalla dolcissima Jessica di In mou veritas, questo premio
grazie mille per aver pensato a me, e come ormai sapete, lo dedico a tutti voi
che mi seguite!!! Grazie!!!

Vi auguro un felice fine settimana...Ely...   
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...