giovedì 31 gennaio 2013

Pane con farina di segale e fiocchi d'avena


Ciao a tutti! Oggi giovedì, è l'ultimo giorno di gennaio, finalmente!!! Non so perché, ma per me questo è il mese più lungo, sembra non passare mai!! Sempre così, ogni anno è la stessa storia: finite le feste natalizie comincio a smaniare, ad avere voglia che arrivi la bella stagione. Ho voglia di belle giornate luminose, con quel bel sole che ti riscalda il corpo e la mente. Eeehhh mi sa che dovrò pazientare ancora, visto che la settimana prossima si prevede parecchio freddo!!! Allora non resta che consolarci con qualche bella ricetta. Oggi vi propongo un pane con farina di segale e fiocchi d'avena. Per bilanciare bene le dosi di questo pane, si aggiunge alla farina di segale anche della farina bianca, così da rendere la mollica più soffice e meno spessa. L'impasto di questa deliziosa pagnotta è fatto con la macchina del pane, ma viene modellato a mano prima di essere cotto in forno.


Ingredienti:
300 ml di acqua
75 g di farina di segale
425 g di farina 0
25 g di fiocchi d'avena
1 cucchiaio di zucchero muscovado chiaro
1 cucchiaino di sale
25 g di burro
1 cucchiaino di lievito granulare

Versare l'acqua nel cestello della macchina del pane, spolverizzare con entrambi i tipi di farina, poi aggiungete i fiocchi d'avena, assicurandovi che coprano completamente l'acqua. Mettete lo zucchero, il sale e il burro in angoli separati del cestello. Praticate un incavo al centro della farina (ma senza arrivare fino al liquido) e aggiungete il lievito.
Regolate la macchina per il programma solo impasto e avviate. Spolverizzate leggermente di farina il piano di lavoro e terminato il ciclo di impasto, metteteci la pasta e picchiettate (schiacciate) il pane con delicatezza e date la forma di un rettangolo.
Arrotolatelo nel senso della lunghezza, poi dategli la forma di un grosso bastone squadrato alle estremità. Mettetelo su una placca da forno infarinata, e assicuratevi che la giuntura sia rivolta verso il basso. Coprite l'impasto con della pellicola trasparente leggermente unta d'olio e lasciatelo riposare in luogo caldo per 35-40 minuti, o finchè non ha raddoppiato le sue dimensioni. Togliete la pellicola trasparente e spolverizzate la parte superiore della pagnotta con della farina. Con l'aiuto di un coltello affilato (meglio una lametta), praticate delle incisioni a sensi alterni lungo la superficie della pagnotta. Lasciate riposare ancora per circa 10 minuti, nel frattempo accendete il forno a 220°. Fate cuocere la pagnotta per 25-30 minuti, o finchè non è diventata dorata e suona cava all'interno. Fatela raffreddare su di una gratella.

  Questo pane è buonissimo e dura parecchio, potete tagliarlo a fette e congelarlo così da averlo sempre pronto passandolo leggermente in forno!!!  

                  
                               Vi auguro una buona giornata, alla prossima!!! ... Ely ...

martedì 29 gennaio 2013

Apple crumble al profumo di spezie


Il 29, 30 e 31 gennaio...i giorni della merla!!! "Secondo una vecchia leggenda il mese di gennaio, freddo e gelido, si divertiva a perseguitare una povera merla infreddolita.
Aspettava che la merla uscisse dal nido per cercar cibo e ricopriva la terra di neve e ghiaccio, senza far trovare nutrimento all'indifeso animale. Un anno, la merla, stanca di questa storia, a dicembre fece scorta per tutto il mese di gennaio, che allora era di 28 giorni. Il 28 del mese, la merla, credendo di aver raggirato gennaio, uscì dal suo nido cinguettando. Ma non sapeva che gennaio, non accettando l'affronto, chiese a febbraio tre giorni in prestito e scatenò bufere di neve e pioggia. Le basse temperature spinsero la merla a ripararsi in un comignolo di camino, dove rimase fino a febbraio. Quando uscì le sue penne erano diventate tutte nere per la fuliggine. Da allora tutti i merli sono neri e gli ultimi tre giorni di gennaio sono i più freddi dell'anno."
E anche quest'anno gennaio non si è smentito, in questi giorni fa freddissimo e ancora nevica!!!


Oggi per addolcirvi un po' la giornata, vi offro un Apple crumble veramente squisito, le spezie gli regalano un profumo incredibile e il contrasto tra il croccante del crumble e il morbido delle mele è assolutamente divino!!!!


Ingredienti:
150 g di farina
175 g di zucchero
100 g di burro
6 mele
2 bastoncini di cannella
4 chiodi di garofano
5 semi di anice stellato
1 limone non trattato
1 bicchierino di cognac

Lavate e asciugate il limone, grattugiate la scorza e tenetela da parte. Sbucciate le mele, tagliatele a tocchetti e raccoglieteli in una casseruola con un bastoncino di cannella, i chiodi di garofano, 2 semi di anice stellato, 50 g di zucchero e il succo del limone. Cuocete per 10 minuti, poi bagnate con il cognac e fiammeggiate.
Frullate nel mixer la farina con lo zucchero rimasto, 80 g di burro, un pizzico di sale  fino a ottenere un composto a briciole. Imburrate con il burro rimasto uno stampo per crostate di 28 cm di diametro e versatevi le mele. Coprite con le briciole preparate e infornate a 200° per 30 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire poi spolverizzate con pochissimo zucchero a velo.


A me personalmente il crumble piace leggermente tiepido, ma questo ovviamente dipende dai gusti, comunque sia, è sempre un dolce delizioso!!!!

                                            Ciao a tutti e buona giornata!!!! .... Ely ...
                       

sabato 26 gennaio 2013

Plum Cake di farina di riso e Agrumi


Buon pomeriggio, oggi è la giornata delle arance della salute, in molte piazze italiane si possono acquistare sostenendo così la ricerca sul cancro. Io naturalmente le ho comperate e ho approfittato subito per fare una sana e deliziosa ricetta. In questo periodo in famiglia consumiamo parecchie arance, la spremuta al mattino non manca mai, una bella insalata con spicchi di arance a vivo e finocchi e qualche dolce!!! Negli ingredienti di questo cake ci sono il succo e scorza di arance, quelle distribuite dall'AIRC (associazione italiana per la ricerca sul cancro) non sono trattate quindi si può tranquillamente usare anche la scorza. La ricetta di questo cake è molto semplice e si usa la farina di riso che secondo me dona ai dolci una consistenza particolare, e poi è un dolce di stagione, quindi non vi resta che gustarlo!!!!


Ingredienti:
200 g di farina di riso
180 g di burro
3 uova
120 g di zucchero
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
1 bustina di lievito per dolci
100 g di scorzette d'arancia candite
zucchero a velo q.b.
1 manciata di uvetta

Lavorate il burro con lo zucchero fino ad avere una crema spumosa, aggiungete le uova, una alla volta, la farina, il lievito setacciato, un pizzico di sale, le scorza grattugiate di arancia e limone, il succo dell'arancia, i canditi, e l'uvetta precedentemente messa a bagno, strizzata e leggermente infarinata. Amalgamate tutto con cura.
Foderate con carta forno uno stampo da plum cake di 22 cm di lunghezza, versatevi l'impasto e livellate la superficie.
Cuocete il plum cake in forno a 180° per 35 minuti; verificate la cottura infilando al centro uno stecchino: deve uscire asciutto. Fate riposare il dolce per 5 minuti, sformatelo e fatelo raffreddare su una gratella prima di cospargerlo di zucchero a velo.


Ho accompagnato questo plum cake con gli spicchi di arance a vivo fatte saltare leggermente in padella con un po' di zucchero a velo!!!! Delizioso!!!!
                              Vi saluto e vi auguro una felice domenica!!!...Ely.... 



venerdì 25 gennaio 2013

Mousse di mortadella

Ciao a tutti, un'altra settimana è passata e finalmente ci apprestiamo a goderci il meritato week end!!! Oggi voglio proporvi la ricetta di una mousse di mortadella. E' ovvio che la mortadella può essere sostituita da un altro salume tipo il prosciutto cotto, magari quello di Praga. Si può spalmare su dei crostini, dei crackers, può essere usata come ripieno per dei croissant salati, delle tartellette... potrei continuare a suggerirvi un sacco di altri utilizzi per questa mousse ma so che non ne avete bisogno. Quello che vi posso dire è che è molto golosa e proprio per questa sua versatilità si presenta sempre molto bene. Provatela, vi sarà molto utile in un sacco di preparazioni!!!!!


Ingredienti:
300 g di mortadella
100 g di ricotta
1 cucchiaio di panna fresca (anche qualcuno in più)
pistacchi q.b.

Mettere la mortadella e la ricotta me mixer e ridurre tutto in crema aiutandovi con dei cucchiai di panna fresca, fino a creare una mousse. La consistenza potete deciderla voi a seconda se la preferite più o meno cremosa. Unire i pistacchi leggermente triturati.


Io l'ho messa in una sac à poche e adagiata su dei crackers e delle tartellette che ho fatto io con della pasta brisée all'olio!!!! Una vera bontà!!!!
                           Un saluto e buon fine settimana, alla prossima!!!.......Ely.....



giovedì 24 gennaio 2013

Bocconcini di salmone allo zenzero


Vi è mai capitato mentre state montando le uova con lo zucchero (non con la planetaria ma con un semplice frullino) che vi scappi di mano il suddetto frullino mentre sta girando alla massima velocità??!!! Ecco, questo è quello che mi è capitato ieri sera mentre preparavo una torta, praticamente ho sparso uovo zuccherato per tutta la cucina, ma veramente dappertutto, sui mobiletti, sulla cappa insomma ovunque!!! Non potevo smettere la preparazione della torta per mettermi a ripulire, quindi poi si era già seccato quasi tutto e allora sotto con spugna e detersivo!!!!! Un bel modo di passare la serata no??!!! 
Ok, direi di lasciar perdere i miei disastri e passare alla ricetta di oggi, vi propongo delle gustose e aromatiche cotolettine di salmone, semplici da preparare, belle da presentare e molto buone. Provatele!!!!!


Ingredienti: x 4 persone
500 g di filetto di salmone
3 cucchiai di farina
2 uova
3 fette di pan carré tostate
rametti di timo, prezzemolo, maggiorana, erba cipollina q.b.
1 pezzetto di radice di zenzero fresco di circa 3 cm
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Sbuccia un pezzetto di radice di zenzero e grattugialo, trita finemente insieme il timo, il prezzemolo, la maggiorana e l'erba cipollina. Priva della crosta il pan carré e passalo nel mixer, poi metti tutto in una ciotola, unisci il trito di erbe e mescola bene.
Priva i filetti di salmone della pelle, dividili a quadrotti e infarinali leggermente. Sbatti le uova con un pizzico di sale, immergici i cubetti di salmone, poi passali nel pane aromatizzato, facendolo aderire bene. Scalda abbondante olio e quando sarà ben caldo friggi i pezzi di salmone, poi sgocciolali su carta assorbente da cucina e salali. Servili caldi, accompagnati da un'insalatina.



                                      Ciao a tutti, alla prossima ricetta!!!!!!   Ely

mercoledì 23 gennaio 2013

Torta con farina di riso e cacao...Bis


Non è molto tempo che ho iniziato questa bellissima avventura del blog. Il mio è ancora un blog piccolino, quindi il mio elenco di ricette non è stracolmo come in molti dei vostri blog. Nonostante questo, mi piaceva l'idea di partecipare all'iniziativa di Il mondo di Milla, cioè raccogliere le ricette più cliccate del 2012. Secondo le statistiche di Blogger, la mia ricetta più cliccata è la Torta con farina di riso e cacao. Seguo le regole e vi riporto la ricetta esattamente come in questo post, sperando possa di nuovo essere di interesse per qualcuno!!!


Ingredienti:
200 g di farina di riso
200 g di zucchero
100 g di cacao amaro in polvere
150 g di burro morbido
1 bustina di lievito
3 uova
latte q.b.
1 pizzico di sale
per decorare:
granella di nocciole q.b.
granella di meringa q.b.
cacao amaro in polvere q.b.

Montare il burro morbido con lo zucchero sino a formare una crema chiara e spumosa, aggiungere le uova una alla volta continuando a montare molto bene.
A questo punto unire la farina di riso setacciata con il lievito, il sale e il cacao mescolando dal basso verso l'alto, se l'impasto dovesse risultare un po' duro potete unire del latte.
Mettere in una teglia rivestita di carta forno e cuocete in forno caldo a 180° per 35-40 minuti. Sfornatela e lasciatela raffreddare su una gratella. A questo punto cospargete la superficie con il cacao e fate intorno un bordo (io ho messo un coperchio sulla torta per avere un cerchio perfetto) di granella di nocciole e meringhe.


                       Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Milla: Eat parade 2012
                                 Ciao a tutti e alla prossima ricetta...nuova!!!! Ely....

martedì 22 gennaio 2013

Budini di broccoletti


Capita anche a voi di avere dei giorni in cui non si ha voglia di fare niente? L'unica cosa che mi va di fare è cucinare, ma purtroppo ci sono anche altre cose, come ad esempio stirare. E io odio stirare!!!! Ma oggi mi tocca, non posso più rimandare, quindi bando alle chiacchere, vi lascio la ricetta di questi deliziosi budini con i broccoletti e vado a rinchiudermi in lavanderia a cercare di smaltire la pigna di roba che mi aspetta!!!!!


Ingredienti: x 6 persone
600 g di broccoletti
30 g di farina
3 dl di latte
3 uova
80 g di parmigiano grattugiato
30 g di burro
sale e pepe q.b.

Sciogliete il burro in una casseruola. unite la farina in una sola volta, tostatela per 3-4 minuti e poi versate a filo il latte mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Cuocete la besciamella per 6-7 minuti, regolate di sale, unite il parmigiano e spegnete. Cuocete i broccoletti a vapore, tenete da parte qualche cimetta e frullate le rimanenti con la besciamella e le uova. Mescolate il composto ottenuto con metà delle cimette tenute da parte e distribuitelo in 6 stampini imburrati e infarinati. Trasferite i budini in una teglia profonda, aggiungete acqua in modo che copra gli stampini per 2 terzi e cuocete il tutto in forno caldo a 180° per 40 minuti. Lasciate intiepidire i budini, sformateli nei piatti e decorate con i broccoletti rimasti. Io ho aggiunto una salsina fatta con del gorgonzola sciolto con un pochino di latte, e per finire dei gherigli di noce spezzettati.


Ciao a tutti, buona giornata e alla prossima ricetta!!!!!    Ely

lunedì 21 gennaio 2013

Focaccia al Passito


Buon lunedì a tutti!!!! Inizia un'altra settimana e le previsioni meteo non sono per niente confortanti. Si prevede pioggia e freddo ancora per diversi giorni!!! Ad essere sinceri, non vedo l'ora che arrivino delle giornate più tiepide, più luminose, giornate in cui si possa stare fuori senza congelarsi. Ho già voglia di lavorare in giardino, di piantare nuovi fiori, insomma di sporcarmi le mani di terra e di sentirne il profumo. 
Ma ahimè la primavera è ancora lontana, quindi la cosa migliore è consolarsi e coccolarsi... e cosa c'è di meglio di un bel dolce?!!! Anche se devo dire che quello che vi propongo oggi non è dolcissimo, quindi può piacere anche a chi non ama dessert particolarmente dolci e stucchevoli.
Eccovi la ricetta!!!!!


Ingredienti:
500 g di farina 00
100 g di uvetta
50 g di scorza d'arancia candita a dadini
50g di gherigli di noce
1 cucchiaino si semi di finocchio
1 bustina di lievito per dolci
1 arancia biologica
120 g di zucchero
4 dl di latte
3 cucchiai di olio evo
2 dl di Passito di Pantelleria
burro q.b. 

Mettete l'uvetta a bagno in acqua tiepida per 15 minuti, sgocciolatela, srizzatela e asciugatela con carta assorbente da cucina, poi passatela in una manciata di farina e scuotetela in un colino. Pestate leggermente i semi di finocchio.
Setacciate la farina con il lievito e mescolatevi 100 g di zucchero, l'olio, il passito, il latte, l'arancia candita, l'uvetta, i semi di finocchio, la scorza grattugiata e il cucco dell'arancia e i gherigli di noce spezzettati. TRasferite il composto in uno stampo quadrato di 24 cm di lato, imburrato e infarinato, livellatelo in modo uniforme e cospargete la superficie con lo zucchero rimasto. Cuocete la focaccia in forno a 180° per circa 40 minuti. Lasciatela raffreddare e servitela tagliata a fette.


                                   Ciao a tutti, vi auguro una felice settimana......Ely

sabato 19 gennaio 2013

Coppette all'amaretto


Buon pomeriggio e buon sabato!!!! Nevica, fa freddo e secondo me è il pomeriggio ideale per stare in cucina a preparare un bel dolce. Che ne dite di una coppetta all'amaretto?!! Un dessert al cucchiaio dalla golosa consistenza vellutata, ideale come fine pasto, magari per domani, domenica. La domenica: giorno in cui finalmente riusciamo a gustare e assaporare con calma e serenità i piatti che portiamo in tavola. Questo dessert oltre ad essere gustoso, è anche pratico. Lo potete preparare oggi e gustarlo domani o come fine pasto o magari nel pomeriggio come merenda comodamente seduti sul divano guardando un vecchio film o meglio ancora leggendo un buon libro. Bene, allora vi lascio la ricetta!!!!


Ingredienti: x 4 persone
200 g di panna fresca
80 ml di latte
40 g di zucchero
40 g di amaretti
2 g di colla di pesce
liquore amaretto q.b.
2 tuorli
4 savoiardi
1 baccello di vaniglia

Mettere la colla di pesce ad ammollare in una ciotolina con acqua fredda. Lavorare i tuorli in una ciotola con lo zucchero, sbatterli finché diventano chiari e cremosi. Mettere sul fuoco un pentolino con il latte e il baccello di vaniglia diviso a metà per il lungo. Scaldare senza fare bollire, poi versare a filo sul composto di uova e mescolare con la frusta a mano.
Riportare la crema sul fuoco e fare attenzione che non alzi il bollore. Appena accenna a fumare, togliere il composto dal fuoco, eliminare il baccello di vaniglia e unire la colla di pesce, prima sgocciolata e strizzata. Mescolare bene finché è sciolta e lasciare raffreddare.
Con la frusta elettrica, montare la panna ben fredda, unire gli amaretti sbriciolati e mescolare delicatamente aggiungendo anche mezzo bicchierino di liquore all'amaretto. Amalgamare la panna alla crema ormai fredda e distribuire la mousse in 4 coppette, sul fondo delle quali sistemare un savoiardo inzuppato di liquore. Tenere le coppette in frigorifero almeno un paio d'ore prima di servirle. 



Queste coppette si possono decorare con ciuffeti di panna e guarnire con altri amaretti sbriciolati.


                          Vi auguro un felice e sereno fine settimana!!! Alla prossima!!!!
                                                Ely                                              

venerdì 18 gennaio 2013

Hamburger di patate al cotto e stracchino


Avrei potuto intitolare il post di oggi: Un inconsueto "panino" imbottito. Sembra un panino, ma il "pane" è fatto di patate. Sì, avete letto bene, un impasto di patate reso ancora più goloso da un trito di pistacchi, pinoli e gherigli di noce. Mi piace cucinare piatti tradizionali, però ogni tanto mi diverto a portare in tavola delle ricette particolari. Ho trovato questa ricetta, oltre che "divertente", anche molto buona. Io l'ho farcito come diceva la ricetta, ma secondo me si presta bene a un sacco di varianti. Si può sostituire il prosciutto cotto con qualsiasi altro salume e lo stracchino con altrettanto diverso formaggio. Scegliete voi come imbottire questo simil panino!!!!!


Ingredienti: x 4 persone
300 g di patate a pasta gialla
100 g di prosciutto cotto
100 g di stracchino
1 cucchiaio di pistacchi
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di gherigli di noce
40 g di parmigiano grattugiato
1 uovo
pangrattato q.b.
1 rametto di salvia
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Lavare le patate e farle bollire per 35 minuti. Sbucciarle e quindi passarle, ancora calde, nello schiacciapatate, facendo cadere il purè direttamente nella ciotola. Tritare la frutta secca, mettere lo stracchino in una ciotola e ammorbidirlo con una forchetta.
Aggiungere al purè l'uovo, il parmigiano, 1 cucchiaio di pangrattato e la frutta secca, salare e pepare. Formare gli hamburger con un tagliapasta di circa 6 cm di diametro e passarli nel pangrattato. Rosolare la salvia nella padella con l'olio e cuocere gli hamburger per circa 2 minuti per lato in modo che risultino ben dorati. Sgocciolare gli hamburger su fogli di carta assorbente da cucina, per eliminare il grasso in eccesso. Farcirli, a 2 a 2, con lo stracchino e il prosciutto cotto.
Per rendere più semplice la cottura degli hamburger di patate si possono cucinare in forno. Disporli su una teglia foderata di carta forno leggermente unta e cuocerli in forno già caldo a 200° per 10 minuti, ricordando di girarli delicatamente a metà cottura.


                                                      Buona giornata e alla prossima!!!!
                                                                               Ely

mercoledì 16 gennaio 2013

Panna cotta con salsa di alchechengi


Oggi vi propongo un dolce con un deliziosa salsa di Alchechengi, un frutto molto particolare e  molto buono. L'alchechengi o alkekengi è una pianta da frutto appartenente alla famiglia delle solonacee, la stessa del pomodoro e della patata.
L'alchechengi ha foglie ovali verdi e fiori a forma di lanterna, molto fragili, che sembrano di cartapesta, di colore beige. All'interno del fiore si trova l'alchechengi, il frutto, una bacca di colore arancione. E' un frutto molto utilizzato nei dolci e il suo gusto acidulo ricorda quello dei frutti di bosco. Questo gusto un po' acidulo ben si sposa con la dolcezza della panna cotta, creando così un dessert veramente molto gustoso. Non è facile trovare questo frutto, ma se vi capita, compratelo, vi piacerà molto!!! E ora veniamo alla ricetta!!!!


Ingredienti:
1/2 l di panna fresca
3 fogli di gelatina
1 baccello di vaniglia
150 g di zucchero
Per la salsa:
250 g di alchechengi
3 cucchiai di zucchero
50 ml di rum

Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti e tagliate la bacca di vaniglia in 2 parti nel senso della lunghezza. Mettete in un pentolino la panna, aggiungete la bacca di vaniglia incisa, lo zucchero e scaldate il tutto a fuoco basso, ma senza far bollire.
Strizzate bene la gelatina e immergetela nella panna, quindi mescolate fino a completo scioglimento. Aiutandovi con un colino a maglie strette filtrate il composto e riempite 4 stampini monoporzione precedentemente bagnati, a piacere, con poco rum o acqua. Fate rassodare la panna cotta in frigorifero per almeno 5 ore.
Per la salsa, pulite gli alchechengi e cuoceteli con lo zucchero e il rum per 10 minuti a fuoco basso. Al momento di servire immergete gli stampini per pochi secondi in acqua bollente, passate un coltellino a lama liscia lungo le pareti degli stampi e sformate poi sul piatto da portata.


Servite il dessert con la salsa e decorate a piacere, con alchechengi freschi. Se volete, potete fare sciogliere a bagno maria un po' di cioccolato fondente e immergere gli alchechengi, fateli asciugare su un foglio di carta forno e usateli per decorare il dolce.
Vi saluto, vi auguro una buona giornata e alla prossima!!!!!
                                                     Ely


La ricetta è presa dalla rivista Fiorfiore in cucina.

martedì 15 gennaio 2013

Rotolini di sogliola, crudo e pesto


Fra i regali che ho ricevuto per Natale, ci sono due cesti di prodotti mangerecci, uno di questi contiene tutti prodotti liguri: un pacchetto di trofie (già spazzolato), una bottiglia di olio, un vasetto di olive taggiasche, un pandolce genovese (anche questo già gustato), 2 bottiglie di vino e un vasetto di pesto. Tutto molto buono, però il pesto di solito lo faccio io!!! Va bene, ma anche il pesto pronto non è poi così male, quindi dovevo trovare il modo di usare quel vasetto. E allora ho spulciato come sempre tra le mie scartoffie alla ricerca di una ricettina invitante. Trovata!!! Questi rotolini di sogliola leggermente spalmati di pesto e avvolti in una fetta di prosciutto sono davvero squisiti, facili e veloci da preparare e poi dai, a parte quel cicinino di pesto, sono anche abbastanza leggeri!!!! Vi lascio con la ricetta!!!!

Golosa Tentazione

Ingredienti: x 4 persone
600 g di filetto di sogliola
80 g di prosciutto crudo a fettine
60 g di pesto
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

Stendete le fettine di prosciutto su un tagliere e adagiatevi sopra i filetti di sogliola. Rifilate se necessario il prosciutto in eccesso e spalmate le fettine di pesce con poco pesto.
Arrotolate su se stessi gli involtini, non troppo stretti, e fissateli con uno stecchino ciascuno.
Scaldate un filo d'olio in una padella antiaderente e cuocetevi i rotolini a fuoco dolce e a recipiente coperto per 5 minuti, rigirandoli un paio di volte con una paletta.
Pepate e salate leggermente e servite subito i rotolini, magari accompagnandoli con una insalatina.


                                                 Buona giornata, alla prossima!!!!
                                                 Ely

lunedì 14 gennaio 2013

Crostatine deliziose


Buongiorno e buon lunedì!!! Lo so, il lunedì è sempre una giornataccia, una giornata in cui si fatica a riprendere il ritmo quotidiano, si sa di avere davanti un' intera settimana in cui si dovrà correre per portare a termine tutte le incombenze che ci aspettano.
A me capita spesso di dire: "Questa settimana ho troppe cose da fare, non ce la farò mai!!" poi però le giornate scivolano via e riesco sempre (magari!!! Diciamo che qualche volta riesco) a fare quello che mi ero prefissata.  Mi piace arrivare al venerdì sera sapendo di non aver cose in sospeso, di potermi rilassare e godere appieno del fine settimana in cui stacco la spina centellinando il tempo che dedico alla mia famiglia e alla mia casa.
Per addolcirvi un po' questo lunedì, vi offro una crostatina di frolla con mele e marmellata di albicocche (fatta da me), un dolcino semplice e gustoso!!!



Ingredienti:
300 g di farina 00
150 g di burro
1 uovo
2 tuorli
100 g di zucchero
1 mela
marmellata di albicocche q.b.
pinoli q.b.

Impastare la farina con il burro, lo zucchero, l'uovo e i tuorli, lavorare il composto, formare una palla e porla in frigorifero a riposare per almeno 30 minuti.
Tirare la pasta in una sfoglia spessa mezzo centimetro e foderare gli stampini per crostatine.
Bucherellare la pasta e spalmarvi un leggerissimo strato di marmellata, sbucciare la mela, tagliarla a fettine e posizionarle sopra la marmellata, a questo punto fare di nuovo un leggero strato di marmellata, unire i pinoli e decorare a piacere con delle strisce di pasta.
Cuocere in forno a 180° per circa 20-25 minuti.



                          Vi auguro una felice e proficua settimana, ciao e alla prossima!!!!
                                                                               Ely 


sabato 12 gennaio 2013

Torta al radicchio e taleggio con le noci


In questi giorni oltre a cercare di riciclare tutti gli avanzi che ci sono in cucina, cerco di mettere ordine in dispensa controllando tutte le scadenze. Di solito faccio una lista dei prodotti di prossima scadenza e poi vado alla ricerca di ricettine golose per cercare di smaltirli al meglio. Ho da consumare: della farina di ceci, di castagne, del cocco grattugiato, dei fiocchi d'avena e altro ancora, quindi verrò di certo a sbirciare nei vostri blog dove troverò sicuramente delle ricette sfiziose adatte alla mia "operazione smaltimento".
Detto questo, oggi sabato vi propongo una torta salata che può essere un  piatto unico oppure tagliata in piccoli quadratini anche un ottimo antipasto. Vi lascio alla ricetta...ciao a tutti!!!!


Ingredienti per la pasta brisée:
200 g  farina 00
90 g  burro 
1 uovo
sale q.b.
Ingredienti per il ripieno:
350 g  radicchio di Treviso 
100 g  gherigli di noce
200 g taleggio
2 uova
2 dl panna
2 scalogni
10 g burro
sale e pepe q.b.

Disponete la farina a fontana, unite il burro a dadini e lavorate gli ingredienti prima con la punta delle dita e poi sfregandoli tra le mani: dovete ottenere un composto di briciole.
Sbattete l'uovo con 20 g di acqua fredda e una presa di sale, aggiungete il mix al composto di briciole e lavoratelo fino a ottenere un impasto omogeneo.
Date alla pasta brisée la forma di una palla e avvolgetela in un foglio di pellicola, mettetela in frigorifero a riposare per un'ora.
Sbucciate gli scalogni, tagliateli a fettine e stufateli dolcemente in una padella con il burro. Pulite il radicchio, lavatelo, affettatelo e quindi aggiungetelo agli scalogni. Regolate di sale e proseguite la cottura per 5-6 minuti. Unite le noci tritate, mescolate e spegnete. Trasferite il tutto nel mixer e frullate per qualche secondo. Scaldate il forno a 180°. Tagliate il taleggio a dadini. Sbattete le uova con la panna, una presa di sale e una manciata di pepe. Con il mattarello stendete la pasta in una sfoglia dello spessore di 2-3 mm e rivestite il fondo e i bordi di uno stampo antiaderente da crostata. Bucherellate la superficie della pasta con i rebbi della forchetta ed eliminate le eccedenze. Riempite con il composto di noci e radicchio, aggiungete il taleggio e quindi coprite con il mix di uova e panna. Cuocete in forno per 40 minuti.




Riducete gli avanzi di pasta in striscioline e cuocetele insieme alla torta nella parte bassa del forno. Servite la torta tiepida utilizzando le strisce di pasta come decoro.
Auguro a tutti un felice week end, a lunedì !!!!!!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...